Diario-brainstorming di un road trip tra i parchi degli USA

Il road trip piu bello del mondo

“Ohana significa famiglia e famiglia vuol dire che nessuno viene abbandonato o dimenticato”

Questo viaggio è stato un po’ più speciale degli altri perché le mie compagne di viaggio erano mia mamma e mia sorella.
Quando vivi a diecimila chilometri da casa, dieci giorni così sono il regalo più grande.
Tutte quelle ore di macchina in mezzo al nulla passate a chiacchierare, cantare, stare insieme, sono preziose più di qualunque altra cosa. Continue reading

Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop: road trip tra i parchi degli USA!

Ci sono viaggi che aspetti da una vita.
Questo è IL VIAGGIO.

Sia per la destinazione, sia per le compagne di viaggio.

Si parte tra pochi giorni: attraverseremo in auto le strade della California, del Nevada, dello Utah e dell’Arizona. I parchi, i canyon, i deserti, le montagne. La mega natura americana.

Con me ci saranno le compagne di viaggio e di vita migliori del mondo: mia sorella e mia mamma.

Non riesco a smettere di sorridere.

Road trip tra California, Nevada, Utah e Arizona Continue reading

Informazioni utili e consigli per organizzare un viaggio in Vietnam

Informazioni utili per organizzare un viaggio in Vietnam

[articolo aggiornato a novembre 2017]

Se stai organizzando un viaggio in Vietnam o vorresti andarci prima o poi allora questo post è per te.

Qui trovi tutte le informazioni per organizzare un viaggio in autonomia: quanto abbiamo speso, se abbiamo fatto vaccinazioni, come si fa ad ottenere il visto, come ci si sposta, com’è il clima, qual è l’itinerario migliore per il Vietnam.
Poi ancora: se il Vietnam è sicuro, se è adatto ai bambini, alle donne che viaggiano da sole e tanto altro.

Se cercate informazioni dettagliate sull’itinerario date un’occhiata qui: Il mio itinerario di due settimane in Vietnam

Spero con tutto il cuore che questa pagina possa servire a qualche altro viaggiatore che è ancora seduto davanti al computer, ma con la testa è già tra le risaie di Sapa e i cappelli a cono di Hanoi.

Buon viaggio e buona organizzazione (a me è una parte del viaggio che piace sempre tanto!).
Se avete bisogno di me per domande particolari trovate tutti i miei contatti nella pagina About.
Rispondo a tutte le mail, sempre. Continue reading

Viaggio in Nepal: consigli e informazioni pratiche

Viaggio in Nepal: consigli e informazioni pratiche

Sono tornata due settimane fa con una Moleskine piena di appunti anche per voi.
Ho fatto mille domande a guide e local e appuntato tutto diligentemente.

Mi stanno già arrivando le prime mail con le richieste pratiche e quindi mi sono messa subito all’opera per mettere in fila le informazioni più importanti e le cose da sapere prima di partire per il Nepal.

Qui trovate le informazioni pratiche: quanto abbiamo speso, se abbiamo fatto vaccinazioni, com’era il clima, se il Nepal è sicuro, se è adatto ai bambini, alle donne che viaggiano da sole e tanto altro.
Il mio è stato un viaggio in lungo e in largo per il Nepal nelle città, nei paesini, sulle colline e le montagne. Non un trekking sull’Himalaya, quindi non ho informazioni su questo.

Di volta in volta, se avrete altri dubbi, aggiornerò questo post, così potrete trovare tutto qui (quindi fatevi avanti!). Continue reading

Diario-brainstorming di un viaggio in Nepal

viaggio in nepal 10 giorni

L’atterraggio: a bocca aperta ancora prima di mettere piede in Nepal

Siamo in viaggio da quasi 24 ore, abbiamo fatto due scali infiniti e i sedili di Air India sono scomodissimi.
Ho la bocca ancora in fiamme per il pranzo: era tutto piccante, anche la frutta.
Eppure sono euforica.
Continuo a guardare fuori dal finestrino, sotto di noi, in attesa dei primi segni del Nepal che ho tanto sognato.
Per ora sotto di noi c’è tantissima India: arida, piatta, marroncina.
Passa un tempo lunghissimo in cui sotto c’è solo la pianura indiana infinita.
Poi arriva il verde, arriva il Nepal.

Continue reading

Viaggiare attraverso i particolari

Qua vi dicevo che le donne viaggiano attraverso i particolari.
Oggi vi vorrei dire che avevo proprio ragione.
E vorrei farveli vedere, alcuni dei particolari attraverso cui io ho viaggiato.

Riguardando le foto dei miei viaggi mi accorgo che i principali protagonisti sono proprio i dettagli.
Gli amici e i dettagli, a dir la verità.
Ma siccome gli amici li custodisco gelosamente, qui vi faccio vedere solo i particolari.

Spero che attraverso questi particolari dal mondo possiate viaggiare in pochino con l’immaginazione. A me, che ci sono stata, mancano tutti terribilmente.

stoccolma, svezia

Stoccolma, Svezia

Continue reading

Ricordo con affetto le moschee di Istanbul

In Italia la parola ‘moschea‘ non viene associata ad un pensiero felice.
Ci hanno abituato a vederla come una fucina di terroristi, integralisti, pocodibuono in generale. Si sa che gli italiani hanno il pregiudizio facile. Anche se non vuoi una puntina di quel pensiero ti raggiunge e si annida dentro di te, e lì rimane. Tu ci puoi provare a restarne fuori, ma finché non tocchi con mano, e quindi il pregiudizio diventa giudizio, quella vocina rimane.

Prima di andare a Istanbul mi immaginavo le moschee come luoghi rigidi, seriosi.

Poi le ho viste coi miei occhi.

Continue reading

Le donne viaggiano attraverso i particolari

“Negli occhi hanno gli aeroplani per volare ad alta quota…”

Ho ceduto al quote, scusate. E ho ceduto anche allo scrivere un post sulla festa della donna. Ho concluso in fretta ascesa e declino del blog, perfetto.

La mimosa puzza come il diavolo. Si sbriciola dopo due giorni infestando tutta la casa, si annida negli spazietti più reconditi dei tappeti e nelle fughe delle piastrelle, e continua a puzzare per l’eternità.
Uomini, regalateci girasoli! Sono fiori positivi, seguono il sole, sono forti, sono grandi, e soprattutto sono belli, come noi!

Chi mi conosce sa che non mi piace l’atteggiamento femminista per un semplice motivo: non ne abbiamo bisogno. Le categorie da proteggere sono altre: le foche, i calzolai, quelli che usano la bicicletta. Le femministe non aiutano le donne, le aiutano a sentirsi inferiori, da proteggere.
Apprezzo molto i maschilisti, invece: quando li sento parlare mi rendo conto di quanto siamo superiori.

Ma non sono qui per parlare di massimi sistemi, mi piacerebbe parlare invece del diverso modo di viaggiare per uomini e donne.
Non che agli uomini non piaccia viaggiare, semplicemente viaggiano diversamente da noi.
Le donne viaggiano attraverso i particolari.
Lo noto spesso al ritorno, quando confronto i racconti di viaggio delle donne con quelli degli uomini.

Gli uomini parlano di musei, di spiagge, di piazze, di locali, di persone.
Le donne ti raccontano della porticina verde a Portobello, della colazione tra candele e cannella a Istanbul, della signora simpatica conosciuta al mercatino di Berlino, della cioccolata in tazza con quella panna speciale a Merano, dei quadri bellissimi nel barettino cosy di Stoccolma. Le donne si ricordano i sorrisi delle persone, l’aria che si respira nelle città, la luce che fotografano mentre passeggiano, i libri che leggono i vicini sulla metro.
Le donne vedono cose che gli uomini guardano solo.

Gli uomini potranno anche fare la pipì in piedi, ma noi da sedute fotografiamo le piastrelle del bagno.

Le piastrelle del bagno del Portobello Gold

Continue reading