Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop: Giappone!

Finalmente.

Sono due anni che lo progettiamo, io e mia sorella.
Nessun viaggio è mai stato così travagliato: si sono messi in mezzo i suoi esami, le mie ferie, la California, Buenos Aires, e mille altri ostacoli.
Ma ci siamo, partenza a fine marzo per andare a tuffarci nei sakura giapponesi appena in tempo

Partiamo in quattro: io, mia sorella, il suo migliore amico e la migliore compagna di viaggio (e di tutto!) di sempre.

Sono felice. Saltello. Sorrido.

Itinerario per un viaggio in Giappone di due settimane

Non so se vi ricordate, ma è un po’ una tradizione per me scrivere questo post pre-partenza, ne scrivo uno ogni volta (qui trovate gli altri).

E ogni tanto vado a rileggerli: l’emozione di un viaggio da iniziare è una delle mie preferite, e in quei post io la ritrovo.

Ritrovo il cuore che scoppia per un biglietto appena acquistato, ritrovo le serate passate a studiare la guida e i blog, ritrovo i libri letti, le canzoni ascoltate, le valigie fatte di corsa, gli abbracci del “buon viaggio”, i sorrisi giganti all’arrivo all’aeroporto.

Preparare un viaggio in Giappone

Questo viaggio è stato talmente tanto sognato e sperato e conquistato che me lo sto gustando già da ora, che manca un mese.

Ho preso la Lonely, come sempre. Tanti viaggiatori sono critici con questa guida, a me piace, è sufficiente. Quello che cerco da una guida è un’infarinata generale per capire come orientarmi, non una Bibbia da seguire alla lettera.

Ho comprato tre libri: Autostop con Buddha – Viaggio attraverso il Giappone di Will Ferguson, L’amante giapponese di Isabel Allende e Orizzonte Giappone di Patrick Colgan (che ha anche un blog pieno di Giappone dove ci si perde).
Ho letto solo il primo per ora, e mi è piaciuto proprio tanto.

Libri e letture sul Giappone

Ho riso, riflettuto, imparato. Mi sono ritrovata a inseguire con lo scrittore il Fronte dei Fiori di Ciliegio e mi sono immaginata lì, in mezzo a quella natura così delicata e silenziosa.
Leggendo Austostop con Buddha sono stata in Giappone tantissime volte, ho conosciuto un sacco di persone e visto moltissimi paesaggi, dal sud al nord del Giappone.
(È un po’ prolisso a volte, ma si perdona.)

Vi lascio due passaggi che mi sono piaciuti particolarmente:

“Sorrise. Il suo era un sorriso triste, un’espressione profondamente giapponese. Una volta questi sorrisi tristi mi spiazzavano, ma ora credo di poterli capire. Sono sorrisi che tradiscono emozioni persino nel tentativo stesso di nasconderle. Sono triste, sembrano dire, e per questo sorrido nella convinzione che voi comprendiate che si tratta soltanto di una facciata, dietro la quale si cela un dolore troppo profondo per poterlo esprimere con le lacrime. Sono stati scritti interi saggi sul sorriso giapponese. È un sospiro rimandato, ed è molto più profondo dei singhiozzi del pianto e dei fiumi di lacrime.”

“Le donne anziane si profondevano in inchini precisi al centimetro, né troppo marcati né troppo lievi. Si potrebbero usare come riferimento gli inchini delle nonne giapponesi per classificare l’intera gerarchia sociale del loro paese, dal barbone allo straniero, dal dottore all’avvocato e all’Imperatore.”

Autostop con Buddha - il sorriso giapponese

L’itinerario questa volta io non l’ho neanche sfiorato, ho lasciato tutto nelle mani di mia sorella.
E mi sembra che abbia fatto un ottimo lavoro.

Andremo a Tokyo, Kamakura, Nikko, Nara e Kyoto.
Senza esagerare o correre troppo.

Eccolo qua (cosa ne pensate?):

Itinerario due settimane in giappone

Sto studiando mille post su mille blog diversi.

Vi consiglio alcune letture che mi hanno assorbito completamente:

Mi date una mano anche voi come le altre volte?

Consigli, post che avete scritto o letto, posti dove andare/mangiare/dormire, cose assolutamente da non perdere, pacche sulle spalle e tutto quello che mi può aiutare a rendere questo viaggio ancora più bello.
Cosa ne pensate dell’itinerario?
C’è un film sul Giappone che non posso non vedere?Una canzone che farà da perfetta colonna sonora?
Un fotografo fenomenale che immortala il Giappone?
Un blogger bravissimo che ne parla?
Aiutatemi (che io da sola mi perdo dentro Google&Wikipedia e ne riemergo 5 ore dopo senza sapere dove sono e come mi chiamo)

Conto su di voi eh 🙂

Libro sul Giappone

89 thoughts on “Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop: Giappone!

  1. Wow! Kamakura, Nikko, Nara e Kyoto una di seguito all’altra…farai una scorpacciata di templi ^^
    Io in questi giorni sto organizzando la mia seconda volta in Giappone, sono euforico al solo pensiero che tornerò là 😀

  2. Oddio oddio oddio.
    Tu con il tuo splendido mopdo di scrivere mi parlerai del mio amato Giappone!!! Non vedo l’ora di leggerti!!
    Se hai bisogno di info ovviamente chiedimi pure..intanto ti do alcuni suggerimenti legati a questo tuo post:
    -Getta via la Lonely e come guida usa la National Geographic (piccola e comoda da portarsi in borsa quando sei là) e la Rough, molto più completa, approfondita ed ESATTA per studiare cosa vedere.
    -Nikko: se fai solo il complesso Unesco una giornata da Tokyo è sufficiente..io ho fatto 2 giorni, con escursione al lago e cascate ma era comunque fin troppo tempo!
    Ma se comunque decidi di pernottare a Nikko ti suggerisco il Narusawa Lodge (prenotato su booking), proprietario gentilissimo che la sera se si vuole ti accompagna all’onsen (500yen mi pare l’ingresso) dove nella vasca all’aperto si vede il bosco ed ho pure visto dei cervi selvatici!
    -di blogger bravissimi che parlano del Giappone mi auto segnalo ;P
    Non ho ancora scritto di tutti i posti che ho visitato nelle mie tre volte in Giappone, ma sei assolutamente libera di contattarmi! Intanto per Tokyo ti lascio il link all’articolo sui quartieri, così ti fai un’idea: http://www.warmcheaptrips.com/2016/01/quartieri-di-Tokyo.html

    Piccolo appunto…mi sa che quest’anno la fioritura è anticipata….se te la dovessi perdere a Tokyo, ti consiglio di fare una piccola variazione al programma ed andare in una località un po’ fuori dal classico tour, a circa 3 ore e mezza di shinkansen da Tokyo: Kakunodate. C’è un grande e ben conservato quartiere Samurai, ma soprattutto tantissimi ciliegi lungo il fiume!!! Ed essendo più a nord la fioritura arriva dopo! Ti lascio anche questo link: http://www.warmcheaptrips.com/2016/02/kakunodate-la-citta-dei-samurai.html

    Buon viaggio!!!

      • Dunque, diciamo che il consiglio generale che posso darti è di ORGANIZZARE bene le giornate…per evitare di andare da una parte all’altra delle città…a Tokyo spostarsi in metro da Shibuya ad Asakusa richiede più di mezz’ora!
        Poi, ti conviene noleggiare il pocket wifi, anche per avere google maps sempre disponibile….le vie ed i numeri in Giappone non seguono molto un criterio logico..e un navigatore spesso può essere una soluzione (spesso anche i giapponesi non sanno bene come orientarsi).
        Sushi ottimo a poco prezzo da Sushi Zanmai, ne trovi uno in ogni quartiere quasi!
        Ovviamente alcune regole da rispettare: non mangiare per strada, ma spesso ci si può fermare nei parchi. Non parlare sui treni e silenziare il telefono, cercare di evitare di soffiarsi il naso in pubblico, rispettare la fila e restarci in maniera ordinatissima…..
        A Kyoto muoviti in bus, acquistando il pass giornaliero (di solito venduto anche in ostello/hotel).
        Attenta ai cervi di Nara: non guardare mappe o altri fogli di carta vicino al loro muso…te le mangeranno….e attenta con i biscotti per loro..cerca di non farti circondare o qualcuno dovrà correre in tuo soccorso!!

  3. Ciao 🙂 Vedo che non riuscirai ad andare a Hiroshima. Io l’ho trovato un posto fantastico, la gente al sud è ancora più dolce e accogliente a mio avviso ne vale davvero la pena!

  4. Ciao Irene, anche io ho fatto piu’ o meno il tuo itinerario partendo da Osaka. Ti consiglio di alloggiare in un riokan a Nikko, esperienza bellissima! Goditi il Giappone, e’ stupendo!

  5. Wow il Giappone… un treno che mi sono persa quando avevo vent’anni, ma che prima o poi visitero’…

    Come film ” Lost in Translation” e le puntate del testimone di Pif sul Giappone.

    Impara qualche frasina base di cortesia, apprezzano molto.

    Buon viaggio

    Itterashai-mase!

    Elaiza

  6. Ciaoo!
    Mi accodo anch’io al suggerimento di Michela, secondo me Nikko la visiti comodamente in un giorno da Tokyo. Personalmente non mi ha entusiasmato, uno dei templi più grandi era in restauro, c’era molta gente (causa aceri rossi) e non ho respirato l’atmosfera “estatica” dei templi di Kyoto…. Tieni conto che la zona da vedere – complesso Unesco – in poco meno di mezza giornata la giri e la cittadina non è granché.

    Se posso darti un consiglio, prevedete a Kyoto una notte in più oppure scegli di fare tappa a metà strada in uno spostamento e concedetevi una notte in una ryokan.
    Noi tornando da Kyoto a Tokyo abbiamo fatto tappa ad Hakone e ci siamo goduti una notte in una ryokan tradizionale con onsen… I soldi meglio spesi!! Anche quelli per la cena, che viene servita in stanza ed è l’equivalente della nostra alta cucina (kaseiki) è stata indimenticabile!

    • In realtà a Nikko stiamo mezza giornata perché la mattina dopo ci spostiamo subito. L’unico motivo per cui pernottiamo è proprio il ryokan! 🙂

  7. Io ti consiglio un onsen a Tokyo, Oedo-Onsen-Monoga.
    Anche il tragitto in metro per arrivarci è bello,hai una panoramica di tutta Tokyo.
    Dacci un’occhiata!

  8. Ciao Irene!
    Io sono stata in Giappone nel 2012, ho visitato tutti i luoghi che hai segnato anche tu più Osaka, Takayama e Shirakawa-go. Sinceramente sono d’accordo con chi sostiene che a Nikko una giornata è più che sufficiente: al di là del complesso dei templi non c’è molto da vedere, piuttosto farei una notte in più a Tokyo (che è immensa! Giuro!). Sono sicura invece che una parte del tuo cuore rimarrà a Nara… è incantevole!
    Ad ogni modo… buon viaggio!! 🙂
    Baci,
    Giada

    • A Nikko andiamo dopo pranzo, giriamo la città il pomeriggio, dormiamo in un ryokan e la mattina dopo ripartiamo per Kyoto! Mi sembra un buon programma dai vostri consigli!
      Nara non vedo l’ora di vederla!!

  9. Mi sa che c’è stato qualche problema con l’invio del primo commento, o almeno così mi veniva segnalato…

    Cmq dicevo, beata te, io partirei anche domani! E Autostop con Buddha è una lettura piacevolissima, concordo!

    Per quanto riguarda il resto, di consigli vedo che te ne hanno già dati molti, quindi io cercherò di variare un attimo dicendoti quali sono state 3 delle mie esperienze più positive in Giappone: un matsuri, un concerto, il museo Ghibli!

    Il matsuri è magico per l’atmosfera, a marzo qualcuno ce n’è, di sera è uno spettacolo anche se sarà probabilmente freddino.
    Un concerto invece te lo consiglio perché in vita mia ne ho visti tanti, ma mai nessuno con un pubblico come i giapponesi (io vidi i POLYSICS).
    Il museo Ghibli beh, è il luogo più bello del mondo <3

  10. Io ci sono stata la scorsa estate, é un paese bellissimo che mi ha stregato. Bello e affascinante, ma anche iper organizzato: tutto é semplice e comodo. Luoghi magnifici ma anche un popolo ospitale e gentile. Ti invidio, vorrei tanto vedere i ciliegi in fiore. Per qualche suggerimento, se hai voglia ho scritto un paio di post sul mio blog http://www.viaggintempo.com. Buon viaggio

  11. Aah che invidia!! Questa mattina quando ho aperto la posta, tra le mille email di scuola,pubblicità,virus,sconti, ho trovato un email del blog, e non ho potuto non ignorare le altre email e correre a leggere il nuovo post. E poi parliamo di Giappone, cioè il mio sogno nel cassetto! E come al solito ho passato un’ora sotto le coperte a leggere le tue parole e quelle degli altri blogger, batticuore a mille (e come dicevo, una buona dose di invidia :D)!
    Ti auguro un viaggio mozzafiato e pieno di cose belle da scovare, io aspetterò con ansia i tuoi magnifici post.

    Un abbraccio forte,
    Irene.

    • Che bello Irene sapere che le mail del blog ti fanno iniziare bene la mattina (e tutte le volte che incontro qualcuna che si chiama Irene mi gaso, ne conosco così poche)!
      Prenderò diligentemente appunti e farò mille mila foto!

  12. Oh Miei Dei, il Giappone!!!
    Sono anni che sogno di andarci e purtroppo sono consapevole che si tratta di un viaggio difficile da intraprendere per me non solo per un fatto di costi, ma anche perché, essendo celiaca, è necessario per me trovare cibo senza glutine con cui rifocillarmi. E la lingua e l’alfabeto giapponesi sono sicuramente una barriera culturale di tutto rispetto. :/
    Non vedo l’ora di leggere il tuo post! Buon viaggio!!!

    • Sì è costosetto, più dei miei viaggi soliti, e il volo è stato un salasso (non ho MAI speso così tanto in un volo). Ma ci tenevo così tanto ad andarci – e ad andarci ADESSO – che ho chiuso gli occhi e ho cliccato “prenota”.
      Per il Giapponese sto cercando di imparare qualche frasetta stupida tipo “grazie”, “prego”, “buongiorno”, “dove si trova?”, ma sono già nel panico totale!

  13. Che meraviglia!
    Per iniziare, ti consiglio la guida a Tokyo che trovi qui: http://onetwofrida.com/2015/03/27/friday-and-the-city-3-guida-a-tokyo/
    e la guida a Kyoto che trovi qui: http://onetwofrida.com/2015/11/13/friday-and-the-city-kyoto/
    Poi ti consiglio di guardare Tokyorama su youtube, divertentissimo e ricco di spunti interessanti!
    Sul mio blog trovi anche altri post dedicati al Giappone: io sono malata di “giapponite” acuta e ne scrivo spesso! Ma in ogni caso se hai delle domande sono sempre felice di rispondere se si parla di Giappone!
    Non vedo l’ora di leggere i tuoi post, curiosissima di vedere come lo descriverai dal tuo meraviglioso punto di vista!

  14. Che sorpresa! Se ho contribuito anche solo in minima parte a questo viaggio ne sono felicissimo. Ti ringrazio tantissimo per la citazione!

    L’itinerario? per me va bene, hai ragione non bisogna correre, in giappone! Se dovessi proprio dire due cose direi che è un po’ un peccato non metterci Hiroshima e che almeno un giorno in più a kyoto non ci starebbe male. La quantità di cose da vedere e da fare, anche nei paraggi è immensa e il tempo vola via in un attimo perché è tutto sparso in un’area molto grande.

    Un saluto da Kyoto, dove mi trovo ora.

    • Hai contribuito tantissimo, il tuo blog (e il tuo libro) sono tipo la Bibbia!!
      Secondo te è meglio tagliare un giorno a Tokyo per fare più spazio a Kyoto? Comunque tornerò sicuramente, quindi posso lasciare qualche chicca anche per la prossima volta 🙂

      • Secondo me sì taglierei un giorno a Tokyo per aggiungerne uno a Kyoto, poi dipende da cosa ami, da cosa cerchi. MA sono sicuro che anche tu ti innamorerai di Kyoto se le dedicherai un po’ di tempo! Per me rappresenta davvero il… “giappone sognato”.

        • Mia sorella è particolarmente in fissa per Tokyo, per questo la lunga sosta lì. Ma magari risuciamo a modificare adattandoci lì per lì! Sento già che Kyoto mi farà perdere la testa, già dalle foto divento matta.

  15. Wow che bel viaggio, il Giappone ti toccherà il cuore!
    Se riesci valuta l’ipotesi di inserire nell’itinerario una giornata a Takayama e una a Miyajima, sono entrambe incantevoli. Se vuoi staccare davvero la spina potresti passare una giornata dai monaci buddisti sul Monte Koya, ne ho parlato qui sul mio blog:
    http://www.nonviaggioabbastanza.com/2015/11/giappone-dormire-in-un-tempio-buddhista-sul-monte-koya.html
    Ti linko anche un articolo sullo shopping che puoi fare nella terra del Sol Levante!
    http://www.nonviaggioabbastanza.com/shopping-in-giappone-cosa-comprare-guida-semiseria
    Altre piccole cose che mi vengono in mente: a Tokyo vai a cena al Gonpachi, nel quartiere di Roppongi, e concediti un drink al bar del Park Hyatt, vista magnifica e atmosfera super (hai presente il film Lost in Translation?)
    http://www.nonviaggioabbastanza.com/dove-e-cosa-mangiare-in-giappone
    Ti seguirò!
    Buon viaggio

  16. Come già detto un’altra delle mie mete nel cassetto.
    Una che speravo di poter visitare e che invece per svariati motivi sono costretto a rimandare a tempi migliori.
    Prenderò appunti!

    —Alex

  17. Che nostalgia il Giappone!
    Ti hanno già dato un sacco di ottimi suggerimenti: io personalmente toglierei un giorno a Tokyo in favore di Kyoto oppure approfitterei per andare sempre in giornata da Tokyo nella regione dei Cinque Laghi, per vedere il Fuji incorniciato dai ciliegi in fiore!
    Sulla strada di ritorno da Nara potreste invece fermarvi ad Uji: è una chicca che conoscono in pochi 🙂

    Se ti va qui puoi leggere un post con i miei consigli dalla A alla Z per un viaggio in Giappone: http://myscratchmap.blogspot.it/2015/09/organizzare-un-viaggio-in-giappone.html

    Buon viaggio!

    P.S. prova a googlare okonomiyaki: dovete assolutamente provarlo!

    • Uji mi ispira un sacco! Qualche cosa in particolare da non perdersi?
      L’okonomiyaki mi incuriosisce di brutto anche se non ho la più pallida idea di cosa sia: sembra tipo un pizza con base di frittata ai noodles! 😀

      • Ad Uji non potete perdere il tempio Byodo-in, davvero suggestivo!
        E poi se siete degli estimatori del tè verde qui siete nel posto giusto: ci sono tantissimi negozietti e sale da tè!

        L’okonomiyaki in effetti è una specie di frittatona a cui si può aggiungere quello che si vuole (verdure, noodles, carne, pesce): letteralmente significa “tutto ciò che vuoi alla griglia”…già il nome rende l’idea!

  18. Non hai idea di quanto possa farmi piacere questa citazione! Quasi 1 anno fa, a quest’ora, vivevo emozioni ed aspettative molto simili alle tue oggi… stai per intraprendere un viaggio meraviglioso e sono sicura ne tornerari totalmente affascinata.
    Se posso, anche io ti suggerirei un giorno in più a Kyoto e uno in meno a Tokyo e mi associo a chi ti ha già consigliato di fare Tokyo/Nikko in giornata. Un altro consiglio? Assaggia tutto 🙂 non c’è stato un solo posto in Giappone in cui ho mangiato male. Cosa darei per un’autentica ciotola di Ramen!
    Buon viaggio… ti seguirò con il cuore in mano :*

    • Con il tuo commento mi hai alzato di 10 centimetri da terra, sono ancora più esaltata! Assaggerò tutto, sono un pozzo senza fondo in generale, quindi se c’è qualcosa che mi riesce bene è mangiare 🙂

  19. Ti consiglio di aggiungere a Kamakura anche Enoshima che è vicinissima e molto bella.
    Prendi per il tour in giornata questo pass http://www.odakyu.jp/english/deels/freepass/enoshima_kamakura/
    Io ho passato una bellissima giornata in mattinata visita ad Enoshima, poi spostamento con il famoso tram di Enoshima a Kamakura 🙂 A Enoshima ricordati di mangiare lo Shirasu che è tipico.

    Poi a Nikko come ti hanno già detto si riesce a fare tranquillamente tutto in giornata. Attiva il japan rail pass da 7gg il giorno della visita a Nikko, vai in shinkansen fino a Utsunomiya e da li altro treno fino a Nikko. Così sei coperta per anche per gli spostamenti in shinkansen a kyoto e Nara (se prendi la linea JR, occhio che c’è anche un’altra linea di nome Kintetsu). Ricordati che a Tokyo puoi usare il Japan Rail pass per andare sulla Yamanote Line (la linea circolare che prenderete spessissimo) e su tutte le altre linee metro JR di Tokyo http://jrp.s3.amazonaws.com/images/JR_Tokyo_map.pdf

    Vale la pena una visita al Ghibli Museum che puoi affiancare anche al bel parco di Inokashira ed una bella passeggiata nella zona residenziale di Mitaka. Occhio che il biglietto per il Ghibli va acquistato in anticipo dall’Italia, scegliendo il giorno della visita) o direttamente in Jap nei combini Lawson (tipo dei 7Eleven) con le macchinette automatiche, ma rischi di non trovare disponibilità: c’è sempre molta affluenza). In mezza giornata vedi il museo ed il parco.

    A Kyoto sicuramente starei un giorno in più

    Per qualsiasi altra informazione chiedimi pure, personalmente ho fatto 2 viaggi in Jap, ho studiato 2 anni la lingua (anche se sono sempre principiante, ah avere più tempo libero per studiare…) e organizzato una marea di viaggi agli amici. Seguimi su instagram (nikoo78) e scorri indietro così vedi Enoshima e Kamakura 🙂
    Io ti chiederò alcuni consigli invece sul Vietnam, parto a maggio 🙂
    Ciao e buona giornata,

  20. Ma che meraviglia! Sono in Cile e già penso al prossimo viaggio e il Giappone è sempre nella top list (ok sono bulimica di viaggi..non va bene!)
    Nella lista dei posti che vorrei vedere io metterei anche salita al monte fuji (ma questa non è stagione) e tappa in hokkaido (la testa del drago)…ma servono almeno 3 settimane!
    Buoni preparativi

  21. Hey ciao,
    innanzitutto i miei complimenti per questo blog, mi piace tutto e dappertutto 😉 l’ho scoperto praticamente da dieci minuti ma l’attenzione è stata rapita dalle immagini che hai pubblicato, anche per me è quello del Giappone è un sogno che coltivo da un bel po’..e quindi non posso darti nessun consiglio ..purtroppo..
    Già l’itinerario che proponi mi piace e spero di “replicarlo” prima possibile… (anche se ormai se ne parlerà per agosto 2017)…
    intanto vorrei invitarti a buttare un’occhiata nel mio neonato blog che spero apprezzerai e per cui prenderò in considerazione ogni consiglio/critica che vorrai darmi 🙂
    se ti va di visitarlo lo trovi all’indirizzo https://ilragazzoconiltrolley.wordpress.com
    grazie in anticipo,
    Sal.

  22. Ciao, ho appena scoperto il tuo blog, molto ben fatto! Io sono stata in Giappone proprio un anno fa, le prime due settimane di aprile…. Anche per me un sogno che avevo da quando ero ragazzina! Io ho avuto un po’ di sfortuna, ho preso tanta, tantissima pioggia, una quantità sconvolgente (e vivo in UK, non in un posto asciutto!). Ma sono sicura che sia stata la mia famosa nuvoletta che mi segue un po’ ovunque nei miei tanto agognati ma spesso bagnati viaggi…. Il mio itinerario è stato forse un po’ diverso. A me è piaciuta tanto Tokyo perché sono affascinata da quel tipo di città. Kyoto la vorrei rifare daccapo perché tra itinerario non mio (ho fatto parti del viaggio da sola, altre con amiche) e pioggia, mi sembra di averla a malapena sfiorata. Non sono andata a Nara, ma a Hiroshima, Miyajima e Osaka. Ho visto i ciliegi in fiore i primi giorni, e anche un po’ a Kyoto, per esempio nella famosa ‘passeggiata del filosofo’, molto bella. Fushimi Inari è stupendo. Ovviamente tanti turisti ovunque, soprattutto cinesi. A Tokyo ci sono solo alcuni monumenti veri e propri, ma il bello è passeggiare, essere lì, vederla. C’è tanto, troppo da fare ovunque, sarà davvero interessante! Per me è stato il primo viaggio così lontano e solo affrontare un volo così lungo è stata una grande conquista! Buon viaggio!

    • Nuoooo la pioggia nooo! Spero veramente di non beccarla, qua in California non piove mai e non ho niente da portarmi per la pioggia! Argh, speriamo.
      Sono gasatissima, non vedo l’ora di essere al Fushimi Inari!

  23. Il Giappone è anche il mio sogno più grande, quindi buon viaggio! A me piacciono i libri di Murakami, mi fanno sentire in Giappone per tutto il tempo della lettura. Autostop con Budda è un libro che ho adorato <3

    • Io sono cotta come una pera di Banana Yoshimoto, ho letteralmente ADORATO i suoi libri. E Autostop con Buddha mi è piaciuto proprio tanto, lo scrittore è davvero un fenomeno.

  24. Il Giappone è fantastico, ottima scelta! Visto che prevedi molti spostamenti ti consiglio di fare il pass per i treni (va fatto prima di partire con già le date indicate – o almeno io feci così).. te lo ripaghi semplicemente con il viaggio Tokyo / Kyoto e in più lo puoi usare pure per muoverti in metro! Buon viaggio!

  25. Amo il tuo blog, perché è la mia parentesi di aria fresca, quando in ufficio le cose si fanno toste! Mi è sempre piaciuto viaggiare, ma ora sono in stand by, causa 2 bimbi. Però mi sono ripromessa di iniziare a viaggiare con loro. Devo solo superare la paura e andare.
    In Giappone ci sono stata per il viaggio di nozze (10 gg in terra nipponica + 10 gg in Polinesia). Tranne i Voli, ho organizzato tutto io: che soddisfazioni. Non aggiungo nulla a quanto ti hanno suggerito gli altri utenti. Io ho fatto Kyoto – Hiroshima – Tokyo. E in giornata ho visitato Nara e Nikko. Più altri posti che ora non ricordo. Kyoto-Nara fatta in bicicletta a noleggio… che ridere!!!
    Complimenti ancora per il blog e buon viaggio!

  26. Irene credo tu abbia già avuto un miliardo di consigli. Se ti va di dare un’occhiata al mio post su Tokyo, questo è il link http://nataconlavaligia.com/index.php/2016/03/10/itinerario-tokyo-3-giorni-cosa-vedere/
    Tokyo è enorme ma non tutto vale proprio la pena secondo me. In due giorni dovrai metterti le “gambe in spalla”, come si dice dalle nostre parti 🙂
    Non perderti la zona Yanaka Ginza, a me ha fatto impazzire, si trova vicino al Parco di Ueno.

    Comunque ti invidio… BUON VIAGGIO!!

    • Grazie Elena, i consigli non sono mai abbastanza! Tra l’altro proprio perché Tokyo è enorme e tutti mi dicono “vale la pena esplorarla” non so da che parte farmi e da dove iniziare! Grazie per il link 🙂

  27. Adoro il Giappone.

    Ci tornò sempre molto volentieri. Paese splendido, persone fantastiche con un senbsdo civico e rispetto del prossimo a livelli fantascientifici…

    A chi piace la cultura consiglio viva!ente Kyoto!

    Città splendida con 18siti UNESCO. Incantevoli. Ci sono dei templi che ti lasciano letteralmente a bocca aperta. Enormi, SP!endidi. Attorniati da giardini fantastici, con laghetti, piante aceri, fiori, prati di muschio se!per verdissimo.

    Entrare in un giardino di un tempio zen ti regala una dose massiccia di serenità. Da non crederci. Attraversare la porta di entrata, lasciarsi la città alle spalle e entrare in un altra dimensione, un salto nel tempo. In alcuni ci passi un giorno intero senza accorgerti, passeggiando senza metà.

    Viste le distanze e le dimensioni, max 2 templi al giorno.
    Quindi se ti interessa “sposta” giorni su Kyoto. Tanto sconosciuta quanto affascinante. A mio avviso è culturalmente la città più affascinante del pianeta (per i suoi templi e giardini).

    Vicino a Kyoto c’è un paesino molto pittoresco, arishiyama, incantevole in riva al fiume col ponte sopra la luna…. Ci si arriva in metro.li c’è anche un parco-zooo
    In cima a una collina con macachi simpatici e dispettosi in libertà.

    A Tokyo tornerei sullo sky tree. Emozione irripetibile. Una torre alta 600metri.. Pazzesco. A chi piacciono le diavolerie elettroniche fotografiche un saltoi a akihabara, quartieri pieno di negozi del genere. O a ginza, per chi adora la moda e il lusso. O al crazy pedestrian crossing. Per ridere: shopping in un donquijote store, vendono solo cose inutili. Tipo sbuccia arancia a forma di becco di usignolo( non so come farei senza!!!). Around the clock.
    Non ci starei più di 2-3 giorni. Più che suffiucienti per farmi un idea.

    non mi farei mancare un viaggio in shinkanzen. Da tok a Kyoto sono 3 ore e si passa a fianco al mount fuji. Negli oirari di punta c’è né uno ogni SEI minuti…

    Cose pratiche: acquistare una suica o una icoca (prepagata per la metro e poer le macchinette delle biubite che sono ovunque). Dizionario o app con frasario BASIC in giapponese. Sono tutti iper gentili e dispinibili con i turisti ma Fuori dagli aeroporti e hotel quasi nessuno parola inglese!!!!!!!

    Una cura di sushi e ramen, e un pomeriggio intero in un onsen (bagni pubblici nudi, separati donne uomini), uno qualsiasi, meglio se datato.

    Se servono info, volentieri. Tu ne dai sempre di ottime dai tuoi viaggi!!!!

    • Allora:
      • Kyoto mi ispira da matti, so già che me ne innamorerò perdutamente. Purtroppo abbiamo già gli hotel prenotati per i giorni incastrati così e non si riescono a spostare essendo altissssima stagione. Dovrò tornarci 😉
      • Arishiyama idem, prossimo viaggio sarà mia!
      • Sullo Sky Tree ho avuto opinioni contrastanti, pensavo piuttosto di salire sul Goverment Building. Consigli lo Sky Tree comunque?
      • Akihabara assolutamente, è il mio posto 😉
      • Gli store cretini pure, mi ci perdo dentro!
      • Penso che mi porterò un frasario e tutti i nomi degli hotel e delle vie stampati in Giapponese
      • Sto sbavando per tutto il sushi che mangerò

      • i templi e i giardini di kyoto sono un distillato del meglio del giappone.

        fukushi inari, koyomizu, silver pavillon (giardino zen di un carino…), eikando (“solo” per gli aceri), heian i miei templi preferiti. ma ce ne sono molti altri splendidi. per non perdere ore in autobus meglio raggrupparli per zone. un idea? passeggiata a piedi nel centro storico (casine in legno) partendo da gion shijo o karawamachi (staz metro) verso tempio koyomizu, visita (inclusi labirinto della donna e test dell amore!!!) con ottima vista sulla citta, pomeriggio/sera al fukushi. io ci sono stato a mezzanotte in estate. di notte cambia, diventa ancor piu magico con le luci delle lanterne, le ombre e i torii vermiglio…. indescrivibile. surreale. (scarpe comode!!). ritorno in metro e abbuffata di sushi 🙂 🙂

        silver p. e eikando e uno spicchio di heian in altro giorno.. quasi correndo…

        beh poi ci sarebbe la foresta di bamboo alti 20 metri. quando cè vento sembra di sentire violini, è il vento che muove le canne… stunning

        kyoto è la citta dell eleganza. dei templi e dei parchi, della gente, dei kimono (soprattutto nei parchi dei templi la domenica), e del cibo (conosco dei ristorantini solo sushi/sashimi da urlo, con 20 euri ti strafoghi di delizie). e il the di Kyoto è un ottima idea regalo.

        in giappone si gira giorno e notte ovunque senza problemi: sicurezza incredibile, si avverte subito. dei templi sono aperti 24h (e pure pieni d oro ma non ci sono telecamere, rende l idea della sicurezza e del livello di civilta?)

        non andare sullo sky tree è come non andare sullo torre eifel a parigi !!! vedi tu…

        gia vederlo da lontano fa impressione, “non puo essere vero!”. dal deck si vede quanto è immensa la citta:sembra un gigantesco plastico in miniatura,con le macchinine,i trenini..e sullo sfondo il mt. fuji.

        l unico vantaggio del gov build è che è gratis (ma è un nanerottolo al confronto: “solo” 40 piani e per arrivarci in metro ci vuole tempo). in caso meglio di notte: un mare di lucine rosse che pulsano (sui tetti dei grattacieli).

        io li ho fatti entrambi. li rifarei entrambi, dovessi scegliere, lo skyT senza dubbio alcuno!

        è costruita in modo da non far avere paura dell altezza (e ci sono riusciti benssimo!). pero per i piu temerari al level 2 cè un pezzo di pavimento in vetro: puoi camminarci sopra e vedere tokio sotto i piedi… (non so come ma ci sono riuscito : )

        da come racconti i tuoi viaggi, immagino che il giappne ti sorprendera mica poco!

        sono curioso di leggere qui le tue impressioni..

        日本をお楽しみください!

        : )

        • Grande! Questi commenti sono linfa per il mio viaggio! Mi stai gasando non poco e dando ottimi spunti per gli itinerari giornalieri. Come farei senza?! GRAZIE!

  28. Ops solita casinista … Ricomincio 🙂
    Ciao !! Prima di tutto complimenti per il tuo blog è davvero una ventata di allegria …. E poi i viaggi sono sempre i viaggi !
    A me per ora il Giappone manca, anche se mi affascina moltissimo, però proprio oggi ho letto un articolo sul numero della scorsa settimana di Vanity Fair con tanti spunti particolari e interessanti … E ho pensato a te, credo ci siano parecchie dritte che potrebbero tornarti utili, magari riesci a recuperarlo ;-). Buona organizzazione !!!

    • Dai grazie dello spunto! Dico a mia sorella di recuperarlo! Non vedo l’ora veramente 🙂
      (Grazie per il bel commento pieno di belle cose!)

  29. Utilissima: scaricare una mappa da usare OFFLINe. Maps,me EE gratuita e funziona bene. E poi mettere il segnalibro dell hotel 🙂 … perdersi in Giappone è un attimo (ma può essere piacevole!), basta scendere alla fermata sbagliata. Senza GPS sarei ancora a Tokyo perso chissà dove 🙂

    come app segnalo tabimori e tokyo subw e japanese lite. MasterCard nearby
    (In giapp il 90% dei bancomat funzionano solo con carte emesse in Giappone! Anche se fuori c’è l iconcina visa o MasterC non è detto che le nostre funzionino!! Alle poste(japan post) o al 7 eleven o aeroporti funzionano!! Cash si usa molto

    una chicca? doccia alla vitamina c. Una guida turistica in base al gruppo sanguigno (giuro!). O un massaggio shiatsu in un centro ad hoc.

Rispondi a nonviaggioabbastanza Annulla risposta