If you can dream it, you can do it: vado a vivere a San Francisco

Vi avevo annunciato grandi cambiamenti (qualcuno già aveva intuito) ed ecco qua la bomba.

Tra una settimana salirò su un aereo in direzione San Francisco.
Ci andrò per lavoro, non so ancora fino a quando.
Mesi sicuramente, anni forse.

Non ho ancora bene realizzato.

Non voglio/posso scendere troppo nei dettagli perché il mio lavoro è tutt’altro rispetto a quello che è qui sopra.

Però posso parlarvi di giostre.
È come se in questo momento, nella mia vita, io fossi su una giostra.

San Francisco è la città più bella del mondo

E questa giostra gira fortissimo e mi fa girare la testa, però mi fa anche felice da morire.
Non so come si scende e non so quando finirà. Però sorrido finché non mi fanno male le guance.
Non voglio scendere in realtà, vorrei solo gustarmi un po’ di più il panorama e fare ‘ciao’ con la manina alla mamma ad ogni giro.
Ma gira troppo veloce per ora per mettere a fuoco quello che c’è intorno.
Ma tra qualche giro rallenta.
Mi hanno detto che rallenta.

Anche perché la giostra l’ho costruita io.
E sono io quella che la fa girare così veloce.
Solo che mi è giusto un pelino scappata di mano. Nel senso buono, eh!
È molto più grande e più bella di come l’avevo progettata, e anche più veloce.
Devo solo abituarmi.
Non ci posso ancora credere.

Fine della metafora, era solo per spiegarvi in quale situazione gigante, bellissima, spaventosa e nuova sono riuscita a infilarmi negli ultimi mesi.

Era il mio sogno e ho combattuto fino allo sfinimento per raggiungerlo.
Notti insonni (di lavoro), facce toste e una gran voglia di fare.
E alla fine è andata, ho ottenuto quello che volevo: il 18 settembre mi trasferisco a San Francisco.

Nell’ultimo mese il mio cervello è stato bombardato da un milione di pensieri contemporaneamente tipo:

  • come farò senza bidet?
  • come farò senza la mia mamma?
  • e mia sorella?
  • e mio babbo?
  • no, veramente, come fanno senza bidet? Io me lo porto da casa.
  • troverò casa? L’unica cosa saltata fuori da un mese di ricerche è una misera camera su Airbnb per i primi 30 giorni. Aiuto.
  • noncicredononcicredononcicredo sta succedendo veramente!!!
  • 9 ore di fuso orario con l’Italia sono una marea
  • 11.000km di distanza sono molti molti molti
  • sto per vivere il sogno della mia vita, dovrei scrivere un diario per ricordarmene i dettagli
  • siamo seri con sta storia del bidet?
  • “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, e se non ne sono all’altezza?
  • metterò radici?

È un momento veramente importante per me.
La mia vita cambierà radicalmente, come mai prima d’ora.
Che paura.
E che meraviglia.
Fate il tifo per me?

Do what makes your heart smile

La lampada di fianco al mio letto, a casa

Ps: vi chiedo due cose:

  • se siete a San Francisco/Silicon Valley/California in generale nei prossimi mesi, vi va di prenderci un caffè?
  • se conoscete qualcuno che abita/ha una casa/cerca coinquilini a San Francisco mi mandate una mail? Il panico avanza.

95 thoughts on “If you can dream it, you can do it: vado a vivere a San Francisco

  1. Complimenti!!!!
    Io mi sono trasferita a Praga e ti assicuro che mollare tutto e ripartire in un paese straniero è stancante ma emozionante.
    IN BOCCA AL LUPO

    • Grazie!! In realtà non mollo tutto perché vado là per lavoro, è più facile, però comunque mi fa stra paura questo cambiamento!
      Crepi il lupo! 🙂

  2. Ti giuro, andrei a San Francisco solo per prendere un caffè con te e abbracciarti (anche se non mi conosci)! Sei la mia fonte d’ispirazione da quando ho scoperto il tuo blog, circa 2 anni fa. Ti faccio tantissimi auguri per questa nuova e splendida avventura! Goditi questa giostra e non pensare a quando finisce!

    • Che amorino che sei!! Ti abbraccio stretta virtualmente che servono tanto anche a me gli abbracci ora 🙂
      Spero di incontrarti prima o poi allora, in Italia o a San Francisco o dove vuoi!

  3. Evvai, brava! In bocca al lupo: andrà tutto benissimo, troverai casa (e troverai un bidet), perchè sei sveglia, ragazza! 😀

  4. aspettavo con curiosità questo post perchè ero tra quelli che già avevano intuito…ora posso dirti evviva! bravissima Ire <3 sono molto contenta, questi momenti ti lasciano col fiato sospeso ma sono certa che poi ti ripagano pienamente. mi dispiace solo non avere avuto tempo per rivederti ancora, avrai avuto mille cose da preparare e io in questo ultimo periodo sono stata un po' incasinata…
    un mega, mega, mega imboccallupo per questa nuova avventura e salutami Castro 🙂

  5. Ti leggo sempre ma commento poco, non so nemmeno io perché visto che adoro i tuoi post!
    In bocca al lupo per tutto, sarà un’avventura bellissima!
    San Francisco è una delle città che vorrei vedere di più in assoluto, forse, se tutto va bene, riuscirò a concretizzare la prossima primavera…
    Nel caso, ti scrivo per quel caffè eh! 😉
    E intanto, quando la giostra girerà un pò più lentamente, mi aspetto post e foto e racconti e ricordi! 🙂

    • Ma devi commentare di più! Mi fa troppo piacere conoscervi!
      Se passi da SF ci facciamo un caffè assolutamente, e appena la giostra rallenta riprendo il mio ritmo di scrittura 🙂

  6. Onestamente non so come commentare in modo degno questa notizia.
    Già su Facebook ti avevo fatto i miei complimenti e non posso che rinnovarteli.
    WOW.
    La California, il sogno di una vita. Della tua, della mia, di tante altre.
    Se ci sei arrivata é perché ti fumano le…… (Volgarità che rende l’idea!)
    La tua giostra é meravigliosa, non scendere e non aver paura.

    Si scrivi un bel diario e riempici di dispacci! E soprattutto quando ti servirà un’assistente o anche una donna delle pulizie io sono qui!

    Buon viaggio Ire <3

  7. Purtroppo non ti sono d’aiuto nè con l’appartamento, né con il caffè (anche se mi avrebbe fatto un sacco piacere conoscerti “dal vivo”, adoro i tuoi articoli e la magia con la quale li scrivi) ma meriti tutto il mio caloroso in bocca al lupo per questa fantastica, anzi straordinaria… no di più, stupefacente notizia!!!

    Qui tutti facciamo il tifo per te e aspettiamo con ansia i tuoi brillanti racconti!!!

    PS eh già, il bidet è un problema ma supererai anche quello 😛

  8. Ok, ammetto che il mio primo pensiero, come ogni volta che sento che qualche persona si sta trasferendo all’estero, è stato “Oh no, un’altra!”
    Però sono contenta per te, tanto, è bello sapere che sei così felice e soprattutto piena di entusiasmo e di stimoli. In bocca al lupo e buon viaggio! ^_^

    • Eheh! C’è una cosa che voglio sottolineare però: io amo l’Italia e voglio tornarci assolutamente! Vado via per lavoro, perché dall’Italia mi mandano là per un po’. Ma non scappo perché qua sto male, io qua sto benissimo. E continuerò a tornare ogni pochi mesi. E continuerò a lavorare per un’Italia un pochino migliore.

  9. Complimenti!!! Un grandissimo in bocca al lupo!!! Vedrai che ce la fai, all’inizio farai un po’ di fatica, e’ normale ma poi tutto andra’ benone! E si, si puo’ vivere senza il bidet, mamma, papa’, sorella e cane, ho vissuto per anni dall’altra parte del mondo (Australia e Nuova Zelanda) e ce la si puo’ fare! 🙂

    Tienici aggiornati e ancora tanti tanti auguri e complimenti per questa nuova grandissima avventura!

  10. Io ti faccio i complimenti, ma anche una domanda che è un po’ (molto) privata e a cui puoi non rispondere, ma che mi aiuterebbe molto: col tuo lui come fai? Verrà con te o per un po’ vivrete a distanza?
    In bocca al lupo, e se tutto va bene anche per me potremmo prenderci un caffè nei mesi prossimi!

  11. Complimenti! sono contentissima per te, e anche emozionata come se mi toccasse un pò direttamente. Vai Irene e goditi il momento anche per noi che viviamo nella routine!!! Un bacio e non dimenticare di tenerci sempre aggiornate nel tuo blog, noi da parte nostra ti seguiremo sempre con tanto affetto, come delle sorelle!

    • Grazie Lucrezia! Per me è un onore avere delle “sorelle” che mi seguono così ♥
      Devo dirti che a me la routine non dispiace in realtà. Si possono trovare meraviglie in ogni giornata 🙂

  12. Non commento mai, ma non posso farti mancare il mio in bocca al lupo! Non perché cambi qualcosa, ma ci tengo a farti arrivare anche il mio entusiasmo per questa grande avventura che ti aspetta!

    • Ma Francesca perché non commenti mai? Io vi voglio conoscere tutti uno per uno! Dovete venire fuori dai vostri schermi ♥
      Certo che mi cambia qualcosa, ogni commento è un coccolino in più e un po’ di coraggio in più.
      Facciamo così: io ti offro un caffè la prossima volta che capitiamo una nel raggio dell’altra, però te commenti quando passi di qui? Deal?
      Un abbraccione!

  13. Grande novità! (anche se un po’ lo avevo intuito 😉 Pensavo a LA in realtà, quindi giusto la nazione ho indovinato!

    A mio avviso SF è sicuramente più vivibile e vitale di LA, a parte il freddo (non credo ti faccia paura) credo ti troverai super bene.

    Del resto mi sono trovato bene io quando mi sono trasferito per 4 mesi in una delle città più provinciali della provincia del quasi-midwest, vuoi che non ti troverai bene tu in una delle città più “simili” all’Europa che ci sono in USA?

    Aspettiamo i tuoi racconti!
    Un abbraccione!

    —Alex

    PS = visto che non purtroppo non posso aiutarti per l’alloggio, se mai passassi da quelle parti ti offrirò almeno il caffè! 😀

  14. Aspetta, che?! Non me l’aspettavo assolutamente, mi è preso un colpo! È come se stesse partendo la mia migliore amica… Davvero, adoro te e il tuo blog, lo leggo da qualche anno e ogni volta che pubblichi un nuovo post mi strappi un sorrisone. E fidati, non è facile. Comunque sono strafelice per te, sia chiaro! Ti auguro tutta la felicità del mondo, vivi il tuo sogno e stai tranquilla ché andrà tutto bene c: Ti prego ti prego ti prego non ti scordare di noi, vogliamo sapere tutto!
    PS: Grazie per avermi dato un altro motivo per voler andare in California

    • Ma grazie Ilenia! ❤
      Prometto che non mi scorderò di nessuno e che aggiornerò il blog più spesso possibile 🙂
      Un abbraccione, ti aspetto in California!

  15. Tranquilla, alla mancanza di bidet ci si abitua. Te lo dice una che ha vissuto tra Francia e Irlanda per tre anni. In ogni caso in bocca al lupissimo. Mi piace tantissimo leggerti e sei fonte di ispirazione. San Francisco è il posto dove vorrei più andare in assoluto ma devo prima superare l’angoscia delle 11 ore in aereo. Cerca di goderti questa esperienza più che puoi e regalaci ogni tanto un po’ delle tue magiche foto (e non dire che sono magici i posti perché ad essere magici sono i tuoi occhi!)
    Stefy

  16. Ciao Irene, ecco un’altra che ti legge sempre ma che non commenta mai (solo qualche volta su facebook ma in “incognito” con il mio profilo privato). Ti auguro buona vita, ti meriti ogni bene, e tranquilla andrà tutto benissimo. Posso prenotarmi anche io per un caffè non sia mai riesca a mettere piede in quella parte di mondo! E poi…aspetto tutte le dritte per vivere SF come una vera local e tutti gli indirizzi dei vari posticini in cui andare!!! Un fortissimo abbraccio di incoraggiamento ed un grandissimo in bocca al lupo!!!

    • No dai Valentina, torna più spesso, commenta sempre, voglio sentirvi, siete il motore che mi fa andare avanti qui sopra!
      Grazie per i tuoi bellissimi auguri, per ora l’unica cosa che ho scoperto da local è che trovare casa è l’incubo nero. Ma ce la farò! 🙂

  17. Mi unisco al coro di sostenitori e ai vari ‘in bocca al lupo’…ti seguo da tempo (ti ho scoperta su ig e così sono arrivata al tuo blog) e viaggio ogni volta insieme a te grazie al tuo delizioso modo di descrivere le emozioni che suscitano i luoghi che ‘vivi’. La California e’ nella mia wish list e sarebbe veramente bello riuscire magari a berci quel caffe’ a San Francisco e scoprire i dettagli di questa tua nuova avventura e provare l’ebbrezza della giostra in cui sei salita! Un abbraccio di sostegno e via di ‘american dream’ 🙂

  18. Da marzo ho dato vita insieme al mio ragazzo al blog http://www.theplaceb.com e nonostante siamo ancora agli albori del nostro progetto esultiamo comunque ad ogni like sui nostri articoli, perciò non oso immaginare quanta gioia stia esplodendo nel tuo cuore! vivi e condividi ogni momento di questa tua avventura! E chissà magari ci prenderemo un caffè insieme (MAGARI✈️) … Good luck and enjoy everything!

  19. Tre anni fa andai in vacanza in Francia, mi piacque così tanto che ci restai. Vivo ancora in Francia. Ho mollato tutto ed ho fatto quello che volevo fare da quando avevo 15 anni. Nonostante tutto, ancora ogni tanto ho paura, ma insieme ad essa c’è quel brivido di frenesia, di avventura e di sconosciuto ed è bellissimo (ma la cosa del bidet ancora non l’ho digerita).
    I sogni vanno vissuti.

    Ti auguro tanta fortuna e spero di leggere ancora le tue avventure!

    • Flavia mi rincuorano un sacco le tue parole. Conoscere le storie di altri che come me hanno vissuto questa esperienza è tranquillizzante 🙂
      Sono pronta per la frenesia, l’avventura e tutto ciò che c’è di sconosciuto nel mio futuro. Sono carica!

  20. ma che bellissima notizia!!!!!!!
    ti faccio un grosso in bocca al lupo anche io e non vedo l’ora di leggere altri tuoi dispacci!!!!
    un abbraccio forte forte!

  21. Congratulazioni…sono molto contento per te…era un tuo sogno e finalmente si è realizzato un grande in bocca al lupo….

  22. Congratulazioni!!!! e un super in bocca al lupo!!!
    Credo che tutto andrà alla grandissima, anche senza bidet!!!! 🙂
    Sei brava….anch’io ho tanta voglia di lasciare tutto qui (moroso escluso) e ripartire da qualche altra parte in questo pazzo e fantstico mondo!!!!
    🙂

    • Grazie Bea ❤
      In realtà io non lascio tutto qui, vado là per lavoro, il mio lavoro italiano, quindi sarò un po’ a metà tra i due mondi.
      Però è comunque un bel cambiamento, speriamo che vada tutto bene 🙂

  23. Keep your nose in the wind and your eyes along the skyline!
    Grande Irene, aspetterò i tuoi post da oltreoceano 🙂

  24. Complimenti per questo fantastico VIAGGIO!! Ti ammiro e invidio, ovviamente in senso buono, questo tuo coraggio di inseguire un sogno, riuscendo, se non ho capito male, a superare anche la lontananza dalla persona con cui stai. Vorrei chiederti come ci riuscirai, ma è una domanda troppo personale! Ti auguro di trovare una casa, un bidet e tanti amici con cui prendere un caffè! Ci riuscirai perché sei determinata e perché te lo meriti!

  25. L’ho letto ora…Irene me l’ero persa!!!! Hai un mio sorriso da qua a là per dirti quanto sono felice per te!
    Ti mando un abbraccio virtuale, ma non meno importante….si sa mai che io passi da quelle parti per dartene uno vero :)!

  26. Commento poco perché ho un problema con wordpress che non sto a spiegarti, comunque. Per prima cosa, complimenti!! Poi, la conosci Silvia di http://ninehoursofseparation.blogspot.it/? Lei abita a San Francisco e nel suo blog ne parla tantissimo (per la verità non la ama molto, per diversi motivi, ma è esperta in materia e magari ti può essere di aiuto).
    In bocca al lupo per tutto.

    • Infatti il tuo commento l’ho ripescato dallo spam 🙁
      Grazie mille del consiglio, non la conoscevo! Ho visto che è ripartita ieri per l’Italia e torna a gennaio, comunque grazie mille del suggerimento 🙂

  27. Woooow che bello!
    In bocca al lupo!
    Sono una super appassionata del tuo blog, ogni volta che faccio un viaggio vengo a vedere se tu ci sei già stata per prendere qualche spunto dai tuoi bellissimi post! 🙂
    A novembre andrò in Malesia per 2 settimane e quindi sono passata a leggere i tuoi racconti e ta taaan sorpresa…bellissima notizia!
    Aspetterò anche io i tuoi post oltre oceano…e se passerò dalle tue parti un caffè insieme a te non me lo farò certo mancare! 🙂

  28. Da lettrice appassionata del tuo blog, faccio anch’io il tifo per te e per la tua nuova Avventura con l’iniziale maiuscola.
    Da espatriata ora in Svizzera e prima in Francia, ti assicuro che prima o poi sentirai la gioia di essere a casa anche oltreoceano, e ti verrà la lacrimuccia.
    Da viaggiatrice in procinto di partire per il Cammino di Santiago, un augurio di buona strada!

  29. ciao,
    Non è da molto che ti seguo ma i tuoi racconti e le tue foto mi hanno subito affascinato e fatto seguire assiduamente il tuo blog.
    In bocca al lupo per la nuova avventura e rimango in attesa di nuovi post sul tuo progetto eee in primavera sarò a San Francisco mi farebbe piacere chiederti consigli e poi incontrarti.

    • Grazie Simone! Crepi il lupo!
      Appena mi ambiento inizio a scrivere un po’ di post su cosa fare a San Francisco! E ovviamente ci sono per un caffè quando passi di qua!

  30. Quello del bidet effettivamente è un GROSSO problema, ed essendo appena tornato da Londra mi ci sono scontrato di nuovo…. e mi domando come facciano senza, anche se sembra che in Italia siamo gli unici ad averlo, quindi un modo ci sarà sicuramente per sopravvivere alla sua mancanza!!! 😀

    Ma ciò non vuol dire che non sia molto felice per te, e che ti auguri tutto il meglio per questa nuova incredibile avventura…. dal tuo racconto si sentiva già che l’esperienza in Silicon Valley ti aveva esaltata, sia lavorativamente che personalmente, ma da qui ad immaginare QUESTO….

    Buon tutto, e continua a raccontarci di te, ovviamente se puoi!!! 🙂

    • Sta cosa del bidet non riesco a mandarla giù, sono qui da due giorni e mi sembra assurdo!
      Sono elettrizzata per questa nuova esperienza e anche un bel po’ scombussolata, ma vi farò avere mie notizie presto 🙂

  31. Irene 🙂 torno dal mio primo viaggio in Asia e leggo questa bomba!
    Ora piango.

    Non riesco nemmeno ad esprimerti la mia felictà, stai vivendo il sogno di tanti (me compresa!) e sono contentissima per te!
    Spacca tutto e metti si radici 🙂
    Non vedo l’ora di leggere le tue storie da lì, una delle città che più mi sono piaciute!!
    Un grande in bocca al lupo, e chissà che non ci vediamo per un caffè da quelle parti!
    Un abbraccio!

  32. Io non ho ancora capito che caspita di lavoro fai! Ho letto tipo 12 tuoi post (mi piaci un SAAAAAACCCCO come scrivi) anche per capirlo ma non mi è giunta voce del tuo job! Mi illumini così mi svanisce questa curiosità impellente? Graaazie 🙂

Rispondi a Marika Annulla risposta