Barcellona in 10 scatti

Sorpresa!! No, scherzo, non ricomincia In 10 scatti.

Però ho pensato che era un bel modo per raccontarvi una città.
Quindi ogni tanto lo riutilizzerò. Non sarà più un appuntamento settimanale come una volta: saltuariamente, quando si presenterà l’occasione, vi farò vedere una città dai miei occhi, con 10 scatti.

Oggi tocca a Barcellona, che questo weekend mi è piaciuta talmente tanto da meritarsi un fotopost tutto per sé.

Ovviamente queste foto non raccontano tutta Barcellona.
Raccontano la mia Barcellona.
Quella che mi ha emozionato, quella per cui vorrei già tornare.

Ps: se cercate un appartamento dove stare a Barcellona date un occhiata qui che ce ne sono di ottimi!

Casa Battlò - un weekend a Barcellona

La Casa Batlló di Gaudí mi ha tenuto il sorriso stampato in faccia dall’inizio alla fine.
Come essere dentro un sogno, sotto il mare, in una fiaba, nella testa di un bambino, dentro una scatola di colori a pastello.

Interno di Casa Battlò - un weekend a Barcellona

Dentro Casa Battlò ti senti un po’ una sirena, un po’ un’elegante signora di inizio ‘900.

L'interno della Sagrada Familia - un weekend a Barcellona

Appena ho messo un piede dentro la Sagrada Familia mi sono venuti i brividi.
Lo sapete che non esagero quando vi racconto i luoghi che vedo.
I brividi dall’emozione, e mi si è spalancata la mascella.
Son rimasta come una scema immobile, in mezzo alla gente che mi passava accanto.
È potente, epica, vibrante.
È un caleidoscopio.
È un bosco.
È un luogo fuori dallo spazio, dal tempo, dalla realtà.

Sagrada Familia - un weekend a Barcellona

In questo posto ti senti un puntino minuscolo.
Ma un puntino felice, emozionato e pieno.

La Rambla - un weekend a Barcellona

Sulla Rambla: ghirigori negli alberi e nelle case.

La Cattedrale di Barcellona - un weekend a Barcellona

La Cattedrale di Barcellona è un merletto leggerissimo.

Casa Amatller - un weekend a Barcellona

Porticine di un certo livello a Casa Amatller, sul Passeig de Gràcia

Sul tetto della Pedrera - un weekend a Barcellona

La Pedrera è un’altra opera dei magnifico e mattissimo Gaudí.
Merita la visita anche solo per il viaggione onirico che vi fate sul terrazzo.
(La guida dice che ricorda le forme del mare, ma a me i comignoli sembrano gli stormtrooper di Star Wars.)

La Pedrera incornicia la Sagrada Familia

Gaudì era un po’ un matto, un po’ un genio. La sua Pedrera incornicia la sua Sagrada Familia.

Interno della Pedrera - un weekend a Barcellona

Dietro una tendina di pizzo della Pedrera si scopre il Passeig de Gràcia.

32 thoughts on “Barcellona in 10 scatti

  1. Sono stata diverse volte a Barcellona, avevo addirittura fatto la tesina di maturità su Gaudì, Barcellona è una delle mie città preferite. Bellissime foto, brava! (Che voglia di tornare!)

    • Che spettacolo Gaudì! Io sono rimasta abbagliata. Tornata a casa ho iniziato a leggere tutto quello che c’è nel web su di lui. Ha un fascino incredibile.

  2. Non sono mai stata a Barcellona… lo so sono pessima ma rimedierò presto 😉 ! Come al solito riesci a portarci con te e a farci emozionare!

    • Sì!! Poi farò un post un po’ più approfondito con i consigli per un weekend. Ho anche scelto un hotel comodissimo, se mi ricordo lo metto nel post!

  3. Anche io mi sono appassionata di Gaudì mentre programmavo il viaggio a Barcellona: ti consiglio di leggere la sua biografia di Gijs van Hensbergen, davvero interessante!
    Dopo averla visitata la metafora che mi viene in mente è estremamente gaudiana: Barcellona per me è un coloratissimo trencadís!

  4. io toglierei entrambi gli “un po’”.
    (città magica, concordo. oltre che costa meno andare a barcellona in aereo che andare da milano a bologna in treno con trenitalia, per inciso…)

  5. Ciao Irene! Seguo da tempo il tuo blog e devo dirti che lo adoro… ormai non vedo l’ora di tornare a casa ogni giorno e controllare su twitter se hai scritto un nuovo post, quindi grazie e complimenti!
    Sono stata a Barcellona un anno e mezzo fa e mi ha stupita davvero tanto. Porto nel cuore sicuramente la Sagrada Família e Casa Battló, ma anche il Palau de la Música Catalana, un vero gioiello secondo me spesso sottovalutato! Ancora complimenti per il blog ❤️

    • Che dolce! È una bellissima cosa quella che mi hai detto, grazie a te!
      Anche a me è piaciuto molto il Palau de la Música Catalana, davvero un gioiello❤️

  6. A parte che devo ancora trovare tra i tuoi post un poto che hai visitato e non ti ha emozionato… 😉
    Volevo chiosare sulla tua frase

    Ovviamente queste foto non raccontano tutta Barcellona.
    Raccontano la mia Barcellona.”

    Mi piace perché spiega in poche parole, a chi non filosofeggia attorno alla fotografia, l’essenza stessa della fotografia.
    Una foto non descrive necessariamente la fredda e nuda realtà.
    Una foto è una proiezione dell’immaginario del fotografo, è la trascrizione, per mezzo della luce, delle sue emozioni e dei suoi pensieri.

    Buoni viaggi e buona luce

    —Alex

    • Completamente d’accordo, come sai.
      E poi hai ragione, tutti i posti mi hanno emozionato, ma tutti in maniera diversa. Barcellona mi ha folgorato, il Nepal mi ha fatto riflettere, il Messico mi ha fatto star bene. Ad esempio Dubai non mi è piaciuta (prova a cercare sul blog che ne parlo).

  7. ,…Gaudì, maestro investito da un tram, forse il destino a voluto fermare un eterno,… come la sua opera,…

  8. Irene è sempre un piacere immenso vedere i tuoi 10 scatti!
    Ti ho seguita adorante sui social in questo week end a Barcellona!
    Queste foto hanno un tocco speciale.

    Danila.

  9. Sono finita sul tuo blog per caso ma mi hai conquistata con queste foto di Barcellona! <3
    E' la mia città preferita, quella in cui sogno di trasferirmi, quella che è nel mio cuore e quella che sceglierei sempre. Sono stata a Barcellona un weekend prima di te quindi i ricordi sono ben nitidi ma amo vedere le foto di altri viaggiatori: è bello scoprire come ognuno interpreta un luogo.
    Complimenti per il tuo blog, comunque! 🙂 Ti seguirò con piacere!
    Enrica

    • Grazie dei complimenti Enrica e benvenuta! 🙂
      Anche a me è entrata nel cuore Barcellona, non mi aspettavo un’energia così. Ci tornerò sicuramente!

      • Se posso intervenire, io mi sono convinto che tutta la Spagna nonostante le difficoltà economiche e sociali, abbia un’energia incredibile e contagiosa. Tutte le volte che vado a Madrid quella città mi carica a molla.

        —Alex

          • Eh, mica son bravo come te! 🙂
            Se fai una visitina da me ho postato qualche foto. (cerca “madrid”)

            Le persone son cordiali, c’è energia nelle strade del centro, le piazze piene di persone allegre che hanno voglia di stare insieme. Il cibo è buono, molto buono! 😉
            I musei son eccezionali, ed alcuni gratis dopo una certa ora del pomeriggio (il mio preferito, la collezione Thyssen-Bournemiza no purtroppo), ed il parco del Retiro è fenomenale per qualche ora di relax.

            —Alex

  10. Ciao Irene. E dopo Londra, per ben due volte quest’anno, città che mi ha fatto impazzire, quasi da ossessione da quanto mi è piaciuta, la prossima tappa sarà il fine settimana legato al 8 dicembre proprio a Barcellona….non vedo l’ora!!!! e come per Londra naturalmente aspetto qualche tuo consiglio, magari anche sulla zona in cui alloggiare. Avevo pensato ad un appartamento visto che siamo 6/7 persone, che ne dici?Ciao a presto…..
    P.S. sei sempre un punto di riferimento, e grazie per la tua grande disponibilità:

    • Ciao! Io ti consiglio la zona della Rambla, si trova anche a poco e sei al centro di tutto. Magari dai un occhio alle offerte di Booking o prova a cercare un appartamento grande su Airbnb 🙂

Rispondi a Lala Lucri Annulla risposta