Un nuovo progetto, una nuova sfida: #in10scatti

La costanza non è mai stata il mio forte, questo blog penso sia la prova più grande che ho dato a me stessa di impegno e dedizione a un progetto. Il resto di solito è un po’ un fuoco di paglia. Le porto a termine le cose eh, ma non con lo stesso slancio con cui le ho iniziate.
Con questo blog invece è diverso. È esaltante. 
È una cosa nata da zero, in segreto, che è diventata grande, bella e fonte di grandi soddisfazioni e perfino di amicizie.

Quindi ho pensato che voglio sfidarmi ancora di più, provare a combattere la me pigra e incostante. E vorrei farlo attraverso le pagine di questo blog, con voi lettori come testimoni. Perché se prometto una cosa a voi poi la devo fare.

Voglio sfidare me stessa, adesso vi spiego come.

viachesiva2

Prima di raccontarvi il mio progetto voglio parlare a ognuno di voi, vorrei ringraziarvi.
Non dico spesso grazie, vorrei farlo di più, anche nella vita proprio. Qui poi non lo faccio quasi mai, perché mi imbarazza un po’ fare queste dichiarazioni di affetto. Invece ci vogliono.
Vi voglio ringraziare perché vi sento, perché passate del vostro tempo prezioso tra le pagine di questo blog a leggere quello che vi racconto. Perché quando pubblico un post già alla fine della giornata ha raggiunto centinaia di visualizzazioni, e quelle visualizzazioni sono persone, siete voi. Voi che mi regalate un pezzettino della vostra giornata leggendo le mie parole, come io ve ne regalo un pezzettino della mia scrivendole. Mi piace tanto questa stima reciproca: la fiducia che mi date ritornando qui, l’amore e la cura che ci metto io per non tradirla. È un rapporto che funziona il nostro, vi ringrazio tanto.
Io non sono molto forte nei rapporti duraturi (vedi il problema con la costanza), spero che il nostro lo sia.

in10scatti

Bene, ho fatto molta fatica a scrivere queste righe tenerine.
Adesso vi racconto del progetto.

Dieci foto, una città, una volta alla settimana.
In 10 scatti.
Ho deciso di intitolarlo così il mio progetto-sfida. E ho deciso che avrà anche un suo hashtag dedicato che sarà #in10scatti.
Una volta alla settimana vi racconterò una città senza le parole, solo con le immagini, rigorosamente scattate da me. Magari mi scapperà una piccola introduzione, giusto qualche riga perché senza parole del tutto mi sa che non ce la faccio.

Comunque le regole del gioco sono semplici: ogni mercoledì troverete sul blog una città raccontata attraverso dieci fotografie, la pubblicazione degli altri post continuerà normalmente senza ritardi o conseguenze, se mi dimenticherò o non ci arriverò col tempo arrabbiatevi. Per piacere fatelo. Io cercherò fortissimo di mantenere l’impegno, ma se proverò a mollare ci vorrà qualcuno pronto a darmi un bel pizzicotto.

Il primo post #in10scatti lo pubblicherò l’1 gennaio 2014.
Data perfetta per iniziare un nuovo progetto, no?
Peccato che sarete tutti in hangover da Capodanno, ma almeno il giorno dopo venite qua a fare un giro che io sarò emozionatissima per questo nuovo inizio.

Sono davvero esaltata per questo progetto, mi sono venute in mente città bellissime da farvi vedere.
La prima città sarà Londra. Sono banale forse, ma comincio con un pezzo di cuore.

E in questo post, a pezzettini, c’ero io: #in10scatti.

34 thoughts on “Un nuovo progetto, una nuova sfida: #in10scatti

  1. Bellissimo questo progetto!!! Qui a Bolzano non vediamo l’ora di leggere il primo post!!! Sei la nostra travelblogger preferita!!!

  2. Sono curiosa di vedere quali sono le tue immagini di Londra. Chissà se il tuo modo di raccontarla corrisponde ai miei ricordi..
    Ciao!!
    Cecilia (una nuova lettrice)

    • Il 52° mercoledì sarà una festa e un successo incredibile per me, speriamo di arrivarci senza saltarne nemmeno uno. Grazie Silvia, un abbraccio stretto!

  3. bellissima idea! lo sai che sto progettando anche io anche io una cosa simile sul mio blog? per tutti i viaggi che ho fatto prima di aprirlo e che non hanno un vero e proprio diario, un pò perchè al tempo non l’avevo scritto e un pò perchè magari ce l’ho ma non ho mai tempo di riportarlo sul blog… Di foto invece ne ho tantissime e con le foto si può comunque raccontare tanto!

Rispondi a Fabio Annulla risposta