Aix-en-Provence tra macarons, librerie e fragole profumate

Tra gli aspetti che non avevo mai preso in considerazione delle crociere ci sono le escursioni (vedi punto 2 qui). Durante il #CostaBlogTour abbiamo navigato tra Barcellona e la Provenza provando la Minivacanza Blu Lavanda. In quattro giorni abbiamo respirato l’aria genovese, il mare aperto, la vitalità di Barcellona e l’atmosfera delicata della Provenza.
Non si ha un quadro completo dei luoghi standoci solo una giornata, chiaramente, ma si ha a possibilità di immergersi in culture diverse ogni giorno: un’esperienza da provare.

aix en provence provenza macarons finestra fiori biscotti gourmande casine
Il lunedì di buon mattino abbiamo attraccato al porto di Marsiglia e siamo scesi per scoprire la Provenza.

Arrivando ad Aix-en-Provence sembra di entrare piano piano dentro ad un film.
Un’ottima annata l’avete visto? Togliete Russel Crow e aggiungete i macarons.
Anche la luce sembra diversa quando i luoghi sono così belli.
Noi abbiamo camminato tanto percorrendo Aix in lungo e in largo.
Per gli appassionati di maison particulière questo paesino è il paradiso. A me non fanno impazzire quindi ho apprezzato molto di più passeggiare a zonzo per i vicoli o curiosare tra le banchette del mercato di frutta e verdura.

aix en provence provenza mercato colori
In una piazzetta nel centro di Aix circondata dagli alberi il lunedì c’è il mercato di frutta, verdura, fiori, spezie, articoli per la casa. E fragole. Le fragole più profumate che io abbia mai sentito. Chiacchierando a qualche metro dalla banchetta potevamo sentirne il profumo intenso.
Immaginatevi che meraviglia: il profumo delle fragole, l’ombra frastagliata degli alberi, i colori sgargianti del mercato, le signore con le sporte e i vestiti a fiori, l’accento francese.

mercato frutta verdura fragole piazzetta aix-en-provence provenza
Ma il luogo più bello e accogliente lo abbiamo trovato per caso, girando un angolo in cerca di un caffè.
Da fuori non attira troppo l’attenzione, dal nome neppure: Book in Bar.
Poi entri e rimani a bocca aperta.
Una libreria “di una volta” con angolo lettura e libri in ogni lingua, con un bar interno con tantissimi tipi di té, caffè, muffin e scones (che in Francia chissà come si chiamano che loro cambiano tutti i nomi), con i vasi di fiori freschi in mezzo alla letteratura francese.


book in a bar libreria caffè provenza aix-en-provence

Abbiamo bevuto un caffè espresso sorprendentemente buono (nel senso che era bevibile ed è stata una sorpresa essendo in Francia) e abbiamo curiosato in ogni angolo sfogliando libri e spiando vecchiette intente a fare colazione.
Passate di qua se capitate in Provenza, ne vale la pena davvero.

book in a bar aix-en-provence provenza
Aix-en-Provence è un luogo incantato, che da solo vale il viaggio. Merita di essere visto tutto, ogni angolino e ogni café, ogni piazzetta e ogni mercatino.

…e la lavanda? La lavanda puzza. È molto bella da vedere, ve lo concedo, si presta molto ad essere fotografata, ma puzza come un topaccio di fogna.
Sarà perché mia mamma quando ero piccola mi murava i cassetti con quell’odore infernale, ma oggi la lavanda mi dà un discreto disgusto.
Bella la Provenza, eh, ma, come dire, la lavanda anche no.

14 thoughts on “Aix-en-Provence tra macarons, librerie e fragole profumate

  1. Balla Aix, ci sono stato nel 2010, a fine giugno, nell’ultimo giorno della settimana della musica (che pare sia un evento molto sentito in Francia). La città durante il giorno era piena di gente che allestiva palchi di ogni tipo in tutti gli angoli possibili, e poi la sera un fiume di gente e di musica di ogni genere.

    Un casino infernale, molto bello 😀

  2. Bella la Provenza. Meravigliosa. Un posto illuminato sempre dal sole. Spettacolo: ci ho lasciato un pezzetto di cuore…
    Per ricrederti sulla lavanda, hai assaggiato il miele? Delizia del palato!

  3. la Provenza mi ispira un tot sopratutto durante la fioritura della lavanda perchè invece io adoro il suo odore e poi perchè mi piacerebbe fare qualche scatto di quei bellissimi campi.
    Una meta da tenere in considerazione sopratutto se sede di un bel festival di musica!

    Elisa

  4. Però una volta entrate in libreria avreste anche potuto dirlo a noi maschietti che era così deliziosa all’interno. Noi pensavamo foste tutte in fila per la plin plin 😀 ahahah Ovviamente scherzo. Le passeggiate e le scoperte dietro l’angolo di questi posti erano continue. Anche il mercato con i suoi odori e i suoi colori è stato molto interessante. E poi te lo confesso, a me non sarebe dispiaciuto immergermi in campi di lavanda (e un po’ l’ho fatto :-D). Mi perdoni? 😀
    Fabio

  5. La Provenza… l’ho girata in auto l’anno scorso.. Un vero spettacolo!
    Unica pecca..a fine agosto la lavanda è già stata racconta, quindi niente foto con scenari viola a perdita d’occhio! Ma da quello che dici almeno mi sono risparmiata la puzza!! 🙂
    Per il resto, posto stupendo!

  6. ciao! sto spulciando un po’ il tuo blog dal momento che ci conosceremo ad agrituristi per caso 🙂
    la provenza è da un po’ che campeggia nella mia “lista dei viaggi da fare al più presto”, e questo post mi ha fatto venire ancora più voglia di viuzze ciottolate, di ooh là là, di casette con i mattoni a vista, e…perdonami, di lavanda.. distese di lavanda! ♥
    a presto, silvia

    • Ciao Silvia! La Provenza è veramente splendida, vorrei tornarci anch’io con più calma!

Rispondi a the LondonHer Annulla risposta