Cosa vedere (e cosa assaggiare!) in un weekend a Malta

Come avrete capito dagli ultimi post (in particolare: Diario-brainstorming di un viaggio a Malta & Malta: porticine, maniglie e i nomi (dolcissimi) delle case) Malta è un posto che mi è piaciuto proprio tanto.

Sarà perché ci abitano due delle mie persone del cuore, sarà perché ci sono andata fuori stagione e l’ho conosciuta rilassata e piena di sole, sarà perché ci ho mangiato dei pastizzi spettacolari.
Insomma ve la consiglio moltissimo.
E per consigliarvela meglio vi ho preparato un post con le tappe imperdibili dell’isola.

Le stradine soleggiate di Malta - Vittoriosa

Per comodità vi ho fatto una bella cartina su Google Maps con i posti segnalati.
Li trovate sulla cartina con il numero corrispondente. Qui vi faccio l’elenco, sotto la cartina trovate la spiegazione di ogni cosa nel dettaglio.

Io a Malta sono stata proprio un weekend e secondo me le cose assolutamente da non perdere sono:

  1. I pastizzi da Crystal Palace a Rabat
  2. Il porto di Marsaxlokk e i suoi luzzi
  3. Golden Bay e Għajn Tuffieħa Bay
  4. Le stradine di Rabat e Medina
  5. Valletta: upper Barrakka Gardens al tramonto
  6. Valletta: la Concattedrale di San Giovanni con la Decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio
  7. Il tragitto in traghetto-barchina da Valletta a Vittoriosa
  8. Three Cities: Vittoriosa (Birgu) e le sue porticine
  9. Forte Sant’Angelo a Vittoriosa e la sua vista su Valletta
  10. Una passeggiata sul lungomare di Sliema

1. I pastizzi da Crystal Palace a Rabat

Iniziamo subito con le cose serie.
Vedete di non perdere assolutamente queste delizie tipiche di Malta. Sono tipo delle sfogliatelle ricce napoletane, ma diverse (il paragone è giusto per darvi un’idea).

Quelle appena fatte, piene di ricotta calda, sono una roba mondiale.

Secondo i miei amici (che appunto abitano a Malta e di cui comunque mi fido ciecamente per quanto riguarda i viaggi e il cibo) i pastizzi migliori si trovano da Crystal Palace (conosciuto anche come is-Serkin), a Rabat.
Il posto non è dei più eleganti, ma è bello verace e ha dei pastizzi che tuonano (e che tra l’altro costano veramente pochissimo – tipo meno di 1€ l’uno). È aperto praticamente 24 su 24 quindi non avete scuse.

Indirizzo: Crystal Palace Bar, Triq San-Pawl, Rabat > c’è anche un parcheggio molto comodo davanti per lasciare l’auto e visitare Rabat e Medina

I migliori pastizzi di Malta

2. Il porto di Marsaxlokk e i suoi luzzi

Questo posto è davvero unico al mondo.
È un piccolo villaggio di pescatori affacciato sul mare: nel suo porticciolo potete trovare i coloratissimi luzzi maltesi.
I luzzi, probabilmente ereditati dai fenici, sono le barche tipiche dell’isola utilizzate principalmente per la pesca (ad oggi molte sono state convertite al trasporto dei turisti).
Curiosità: sulla prua hanno disegnati due occhi come amuleti protettivi.

Io ci sono stata con la tempesta, quindi purtroppo non ho potuto apprezzare i suoi colori illuminati dal sole, ma era talmente bello comunque che non posso immaginare che esplosione di meraviglia sia in una bella giornata.

Ah: la pronuncia io l’ho sbagliata diecimila volte, si dice “mar-sa-sh-lok” (a questo link si può ascoltare la pronuncia corretta).

Le barche colorate di Malta e il porto di Marsaxlokk

3. Golden Bay e Għajn Tuffieħa Bay

Le spiagge più belle di Malta.
Certo, d’estate devono essere belle pienotte, quando ci sono stata io a gennaio erano deserte e bellissime.
Vi consiglio di venire qui anche d’inverno, una passeggiata sui promotori che incorniciano le due baie, soprattutto se c’è un po’ di vento, è davvero immancabile.

Tra l’altro sono facilmente raggiungibili sia in autobus (c’è la fermata proprio davanti) che in auto (non mancano parcheggi a due minuti a piedi dalla sabbia.

Golden Bay e Ghajn Tuffieha, le spiagge più belle di Malta

4. Le stradine di Rabat e Medina

Rabat e Medina sono due cittadine diverse ma ve le metto insieme perché sono proprio una davanti all’altra, separate da una strada.

Qui troverete la vecchia Malta, troverete il cuore dell’isola.

Medina è l’antica capitale di Malta, la Città Vecchia.
Una cittadella fortificata, circondata da mura che racchiudono un misto di barocco e medievale.
È soprannominata “la Città Silenziosa” e vedrete che rispetta davvero il suo nome: passeggiando tra le sue vie si entra in un mondo separato dall’esterno, un mondo ovattato e lontano dal presente.
Gli unici suoni che raggiungono i suoi vicoli sono il vento e le campane delle chiese.

Rabat, in particolare il suo quartiere vecchio esattamente davanti a Medina, è sua sorella gemella.
Solo un po’ più “popolare”.
Ma anche più viva, centro economico e commerciale.
Però sempre con meravigliosi vicoli di pietra, porticine colorate e quell’aria tanto siciliana.

Cosa vedere a Malta - I vicoli di Medina e Rabat

5. Valletta: upper Barrakka Gardens al tramonto

Questa è una bomba, non perdetevelo assolutamente.
Io sono stata qui tipo un’ora a guardare la vista delle Three Cities da Valletta. 
E ci sono tornata e ritornata a diverse ore del giorno: mattina, pomeriggio, tramonto, sera.

Credo che questo sia il mio posto preferito di tutta Malta.

Gli Upper Barrakka Gardens si trovano nel centro di Valletta e sono veri e propri giardini. Hanno un balcone molto ampio che si affaccia sul porto e sulle Three Cities, una fontana al centro e tante panchine su cui rilassarsi. 

Per gli appassionati (non io): alle 12 e alle 16 avviene la cerimonia del colpo di cannone sulla piattaforma sottostante ai giardini dove si trova la Saluting Batterya cui si può assistere dal balcone dei giardini (da sopra – gratis) oppure entrando al livello della piattaforma (da vicino – 3€).

La più bella vista di Malta - gli Upper Barrakka GardensLa città di valletta vista dagli Upper Barrakka Gardens Vittoriosa - Birgu - vista da Valletta - Upper Barakka Gardens

6. Valletta: la Concattedrale di San Giovanni con la Decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio

Io non sono un’appassionata di chiese quando viaggio, anzi. Entrare in una chiesa per me è un gesto talmente tanto sacro che fatico a farlo per curiosità o per turismo.

Questo però è un caso molto particolare: questa cattedrale custodisce due dipinti di Caravaggio, tra i miei pittori (e personaggi storici) preferiti. In particolare uno bellissimo, la Decollazione di San Giovanni Battista.

La Concattedrale di per sé è un’esperienza: enorme, piena di storia e significati, curata e rifinita in ogni dettaglio.
Prendete l’audioguida per scoprirla a fondo, merita.

Poi all’interno dell’Oratorio c’è la Decollazione di San Giovanni Battista: un dipinto di Caravaggio enorme e potentissimo.
Vi toglierà il fiato entrando, ve lo prometto.

la Concattedrale di San Giovanni con la Decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio Dettagli - la Concattedrale di San Giovanni con la Decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio

7. Il tragitto in traghetto-barchina da Valletta a Vittoriosa

Trovarsi nel lembo di mare tra Valletta e le Three Cities è bellissimo.
Vedere dal livello dell’acqua le città spuntare dal blu del mare e stagliarsi contro l’azzurro del cielo è una botta d’adrenalina (per i viaggiatori).

La mia esperienza non è stata delle più tipiche, ma sicuramente indimenticabile.
Il traghetto Valletta-Vittoriosa (Birgu in maltese) non funzionava a causa delle troppe onde e quindi non sapevo come raggiungere l’altra sponda. Un signore su una barca mi ha chiamata e mi ha detto che per 2€ mi avrebbe portato dall’altra parte. SUBITO.
Siamo andate io e una signora in tacchi a spillo e doveva portare dall’altra parte delle carte a un avvocato.
Ci siamo entrambe lavate, io però ero vestita come una disperata e l’unico programma della giornata era andare a zonzo per i vicoli di Vittoriosa.

In barca da Valletta a Vittoriosa e ritorno Il mio traghetto da Valletta a Vittoriosa (Birgu)

8. Three Cities: Vittoriosa (Birgu) e le sue porticine

Sulla sponda opposta a Valletta si trovano le Three Cities, tre città fortificate costruite ognuna su un lembo di terra affacciato sul mare, una vicina all’altra.
Le Three Cities sono Vittoriosa (Birgu in maltese), Senglea (L-Isla) e Cospicua (Bormla), da Valletta si vedono benissimo (in particolare dagli Upper Barrakka Gardens di cui parlavo più su).

Io ho visitato ogni centimetro di Vittoriosa (che appunto ho raggiunto da Valletta con la barchina), camminando per i suoi vicoli e facendo foto alle sue porticine (qui un post dedicato solo alle porticine: Malta: porticine, maniglie e i nomi (dolcissimi) delle case).

Dedicate un paio d’ore alla visita di una di queste città, ma con una regola: andate a zonzo, a caso, perdetevi.

Una bimba con il suo cagnolino tra i vicoli di Vittoriosa - Malta I dettagli di Malta

9. Forte Sant’Angelo a Vittoriosa e la sua vista su Valletta

Il Forte Sant’Angelo si trova sulla punta di Vittoriosa che si affaccia verso Valletta.
Il Forte in sé è interessante, ma la vera meraviglia per me è la vista di Valletta che si può godere dalle sue mura.
Entrare costa 8€ (che sono abbastanza per quello che c’è dentro), però per me ne è valsa la pena alla grande.

La vista di Valletta da Vittoriosa Forte Sant'Angelo - Malta - Vittoriosa, Birgu

10. Una passeggiata sul lungomare di Sliema

Sliema è una delle zone più moderne e vive di Malta. Non è la mia passione e non è quello che cerco in un viaggio.
Ma è una delle facce di Malta e il suo lungomare è davvero una piacevole passeggiata. 

Io l’ho fatta sotto la tempesta e comunque me la sono gustata, non oso immaginare come sia bella in un pomeriggio di sole in primavera.

La vista di Valletta da Sliema Una passeggiata sul lungomare di Sliema

8 thoughts on “Cosa vedere (e cosa assaggiare!) in un weekend a Malta

  1. sono stata a Malta ad aprile due anni fa e l’ho trovata deliziosa. tra l’altro secondo me questo è proprio il periodo ideale per andarci: il clima è buono, le giornate sono lunghe e ancora non c’è la folla estiva.
    oltre a tutti i must elencati da te, soprattutto in questo periodo aggiungerei un giro sulla costa occidentale dell’isola, per vedere la grotta blu e i templi preistorici. in questo periodo la brughiera è in piena fioritura e le scogliere sono piene di fiori selvatici di tutti i colori.
    (a marsaxlokk io sono impazzita, credo di aver fatto duecento foto alle barchine :))

  2. Non avevo mai considerato Malta come meta prima di leggere i tuoi post.
    Poi mi sono INNAMORATA DELLE TUE FOTO e ho PRENOTATO IL VOLO PER MAGGIO!!! Si parte!!

    • Giulietta non sai quanto mi fai felice con questo commento! È una grande soddisfazione per me quando vi fidate di quello che vi racconto tra queste pagine!

  3. molto bello leggere e vedere queste bellissime immagini! io questa estate sarò in vacanza in un spa in austria

Rispondi