Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop: Argentina!

Questo viaggio lo aspettavo dal 12 gennaio.
Sono esattamente cinque mesi oggi che mia sorella è partita per l’Argentina per il primo anno di università.
Mi è mancata così tanto che non so nemmeno spiegarlo a parole.
Stasera alle 19 salgo su un aereo per andare da lei finalmente.
L’abbraccerò così stretta che le mancherà il respiro.
(E non ho ancora fatto la valigia.)

Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop Argentina!

Questo viaggio l’ho aspettato tantissimo, ma l’ho preparato pochissimo.

Sono tornata dieci giorni fa dalla Silicon Valley e ho ancora le rotelline del cervello che fumano per i pensieri che quel luogo potentissimo mi ha lasciato.

In più nella mia vita stanno succedendo mille cose – più o meno belle, alcune davvero meno e pesano come macigni – che occupano tutto lo spazio disponibile nella mia testa.

Quindi non ho preparato nulla, parto allo sbaraglio nelle mani della mia sorella ventenne che parla uno spagnolo meraviglioso e sono mesi che scrive la lista dei posti che vuole farmi vedere.
Non è bellissimo?
L’ho sempre portata io in giro e ora lei mi prenderà per mano e mi farà scoprire la sua città.
Buenos Aires.

Io leggerò la guida in aereo all’ultimo, e mi fa stranissimo perché di solito prima di partire leggo pile intere di libri di autori locali e divoro film in lingua come fossero pop corn.
Mi dà proprio gusto entrare nella cultura locale da qua, prima di partire.
Stavolta invece tabula rasa.

Ma mi piace anche cambiare, ogni giorno per andare al lavoro prendo una strada diversa, e quindi anche in questo caso prendiamo una strada diversa: Buenos Aires allo sbaraglio!

Però! C’è un però!
Se qualcuno di voi è stato a Buenos Aires e si è un po’ impietosito da questa mia totale disorganizzazione è il super benvenuto a lasciare qui sotto un commento pieno zeppo di consigli e spunti. Lo so che non avete mai dimenticato quel posticino così accogliente dove si mangiava tanto bene!

Ogni consiglio sarà ripagato in affetto imperituro e grandi abbracci alla prima occasione.
E anche da consigli per altri viaggi, che quelli mi vengono bene!

Io tra sei ore ho l’aereo, l’aeroporto è a un’ora da casa mia e la valigia è ancora vuota, quindi sarà il caso che io la smetta di temporeggiare qui sopra e mi dia una mossa.
Ci sentiamo da Buenos Aires, vi aggiornerò su tutti i social (i link li trovate qui sopra in alto a destra).

Hasta pronto!

Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop Argentina!

27 thoughts on “Partire è la più bella e coraggiosa delle azioni. Next stop: Argentina!

  1. oja! invidia!!! 🙁 i nostri amici argentini, proprio di buenos aires, ci hanno proposto di andare giù insieme a loro quest’estate. alla fine non andremo né noi né loro: le cifre per l’argentina sono totalmente inarrivabili per famiglie di 4+ persone che abbiano ferie non dico neanche in agosto, ma in luglio (4000 e passa € di pacchetto-base). non solo: da là, con le ultime norme a tutela dell’inflazione monetaria, impediscono l’acquisto di biglietti dall’argentina a più basso prezzo, quindi anche loro (che potevano pagare col conto locale) si sono trovati con un pugno di mosche. mannaggia.
    però tu goditela, tanto!

  2. partirò il 2 luglio per l’Argentina e mi consola sapere che c’è qualcuno più allo sbaraglio di me!

      • Tra l’altro è la prima volta che parto da sola, la prima volta che faccio un viaggio così lungo (in tutto ci metterò circa 25 h perché partirò dalla Sicilia per arrivare a Córdoba) e in più ogni mattina mi stresso col TG che mi ricorda della fila al terminal 3 d fiumicino, dei voli cancellati e del caos a cui andrò incontro!

  3. Buon viaggio!!!!!
    Fatti guidare da tua sorella, vivendoci da 5 mesi ne sa sicuramente di più di ogni guida!!! 😉
    Ciaooooo!!!

  4. E se provassi a fare un viaggio “a fiuto”?

    È semplicissimo: basta lasciarsi trasportare dalle proprie emozioni e intuizioni. Non servono guide, consigli, app, e quant altro, abbiamo gia tutto quanto serve: essere se stessi, dare spazio alle proprie sensazioni e seguirle… : )

    Buon viaggio!!!

  5. Sarà bello leggerti..
    Io ho un fratello emigrato in Ecuador e non lo vedo da più di un anno: non vedo l’ora di tuffarmi anch’io nell’avventura Sudamericana il prossimo Natale!!

  6. Io andrò a trovare la mia ad agosto, ti secca se quando ti sei risistemata ti mando una mail con qualche domanda pratica?

  7. Holà, buena vida a tutti voi, io sto programmando di ritornare al mio paese dopo 48 anni, ho dovuto convincere mio marito e se tutto va bene nel mese di febbraio 2016 dovrei finalmente baciare il suolo della città in cui sono nata, CORDOBA, eppoi un giro in Patagonia, Iguazù e per finire Buenos Aires, auguro a tutti voi buon viaggio e una buona permanenza nella mia amata Argentina.
    Besitos para todos, Terry

  8. Ahhh vedo solo ora questo post! Io sono stata un mese in Argentina in solitaria ed è stato bellissimo, Buenos Aires mi ha stregato e impaurito allo stesso tempo, è stato un viaggio bellissimo e pieno di emozioni contrastanti!

Rispondi