Organizzare un viaggio online: l’ABC del low cost

[post di servizio per chi ha bisogno di una mano per organizzare un viaggio su internet]

Ultimamente mi sono stupita in più di un’occasione di come ragazzi, anche della mia età, si trovino molto impacciati a organizzare online un viaggio.
Vado in agenzia che se no io chissà cosa combino!

Non potete immaginarvi quante persone arrivino sul mio blog cercando su Google strada più breve da New York a Boston oppure come arrivo dal Big Ben a Notting Hill a piedi.
Capite? Mancano proprio le basi, neanche Google Maps.

come progettare un viaggio

Online ci sono tantissimi blog che raccolgono offerte low cost o che parlano di come vivere una destinazione con la minima spesa, ma già è un livello “avanzato” per chi proprio parte da zero.
Così ho pensato di scrivere un post schematico per dare una mano ai volenterosi che vogliono avventurarsi nell’organizzazione online di un viaggio low cost ma non sanno da dove iniziare. Partiamo dall’ABC, vi scrivo una guida minima, solo le risorse base che uso io quando inizio a pianificare un viaggio.

Ci vuole un po’ di tempo, ma volete mettere la soddisfazione e il risparmio?

Come prenotare il volo

1. Prima cosa: quali sono gli aeroporti più vicini a voi? 
Considerate tutti quelli che sono nel raggio di 2 ore di auto da casa vostra. Questi sono quelli papabili, in particolare gli aeroporti un po’ più piccolini che generalmente sono quelli da cui partono i voli low cost.

2. Ora cercate la tratta che vi interessa su un aggregatore di voli.
Dovete capire quali sono le compagnie aeree che servono la vostra destinazione: io di solito guardo su Skyscanner perché non vi obbliga a scegliere una città di partenza, potete anche mettere Italia.
Provate diverse date e combinazioni, soprattutto se non avete una meta fissa ma volete solo fare qualche giorno a zonzo per l’Europa.
Su Skyscanner come destinazione potete anche mettere Ovunque. Io se voglio partire ma non so per dove metto “da Italia a Ovunque“.

3. Quindi andate sui siti delle compagnie aeree scelte.
Una volta che avete individuato le 3-4 compagnie più convenienti andate sui siti delle singole compagnie e fate la stessa ricerca.
Comparate i prezzi e scegliete il più economico: a volte prenotare sugli aggregatori costa di più perché trattengono una percentuale, a volte invece è veramente più conveniente perché si trovano delle offerte specifiche dell’aggregatore. Voi confrontate di volta in volta.

Come trovare e scegliere l’hotel

1. Ricerca dell’hotel.
Io utilizzo praticamente solo Booking perché dà la possibilità in quasi tutti gli hotel di poter disdire la prenotazione fino a 24 prima in maniera totalmente gratuita. I
n questo modo si possono prenotare gli hotel anche se non si è al 100% sicuri di partire.
Oppure si possono prenotare più camere contemporaneamente per tenerle bloccate e avere il tempo con calma di scegliere la migliore, basta disdire le altre, gratuitamente.
Cercate su Booking la vostra destinazione, guardate dove si trova il vostro albergo sulla mappa e scegliete i migliori 3-4 alberghi dopo aver letto le valutazioni di chi c’è stato prima di voi. Fondamentale è che vicino alle vostre scelte ci siano fermate della metro o del bus.
Gli ostelli sono la soluzione più economica e sono anche un’occasione carina per conoscere altri viaggiatori.

2. Controllo delle recensioni e dei prezzi.
Una volta che avete individuato un short list di hotel fate il controllo incrociato su TripAdvisor (per le recensioni) e sui singoli siti degli hotel (per i prezzi): idem come sopra, a volte si risparmia su Booking, altre volte prenotando direttamente sui siti degli hotel. Mentre con gli aerei è più probabile trovare i prezzi migliori sui siti delle singole compagnie, per gli alberghi io trovo quasi sempre più economico prenotare con Booking.

3. In alternativa potete provare il last minute
Se siete amanti del rischio potete prenotare in giornata con Blink Booking (a questo link trovate un post in cui ne ho parlato che vi spiega bene come funziona): dalle 11 di mattina trovate le offerte per la giornata veramente scontatissime. Conviene tantissimo, ma non in tutti i viaggi ci si può permettere di prenotare all’ultimissimo secondo. E poi serve uno smartphone visto che c’è solo l’app.

4. Oppure soluzioni di ospitalità più economiche.
Se invece siete più avventurosi ci sono servizi come Couchsurfing o Airbnb.
Il Couchsurfing è proprio uno stile di viaggio: si sceglie di essere ospitati da abitanti del posto che decidono di mettere a disposizione gratuitamente un letto o un divano per gli ospiti di passaggio. Viene scelto generalmente da chi viaggia da solo o da chi ha voglia di conoscere da dentro una cultura o una città.
Airbnb invece è un vero e proprio marketplace di case/appartamenti/stanze in affitto: si può scegliere la casa in cui essere ospitati e prenotarla, ovviamente a pagamento.
Vi consiglio un post molto utile su Viaggiaredasoli.net che spiega bene le differenze tra questi due servizi.

Cosa fare e vedere

1. Comprate una Lonely Planet del posto in cui andrete.
Ma come, sei una blogger e non ci consigli di cercare in rete? Bisogna andare con ordine.
Il mio consiglio è innanzitutto di comprare una Lonely (lasciate stare le altre guide, le ho provate tutte, la Lonely è la migliore, e non mi ha dato neanche un euro per dirlo, anzi gliene ho lasciati io un bel po’).
Leggetela da cima a fondo ben prima di partire, studiate la vostra destinazione.
Pianificate il percorso sulla base delle cose più interessanti da vedere e da fare.
Per hotel/locali/ristoranti/shopping lasciate perdere la guida. Per gli hotel vedi sopra, per i ristoranti chiedi ai passanti o controlla su Tripadvisor (io faccio sempre così).

2. E ora cercate sui blog!
Cercate informazioni su ciò che avete selezionato dalla Lonely integrando il vostro programma.
Se avete tempo spulciate anche i forum come quello di Cisonostato: lo so che sono un po’ vintage i forum, ma ci sono un sacco di informazioni aggiornate e tanti viaggiatori che possono consigliarvi se siete indecisi su qualcosa.
Vi dico di leggere prima la Lonely perché il web è troppo dispersivo, su internet si trova tutto e niente.
Per la scrematura iniziale io mi affido alla Lonely.

3. Comprate più possibile online i biglietti delle cose che volete vedere.
Dei musei, degli spettacoli o delle attrazioni: si risparmiano soldi e fila.
Ad esempio all’Alhambra di Granada spesso si rischia di non trovare posto senza i biglietti prenotati online in anticipo.
Io per i musical di Londra uso Lastminute.com su cui ho trovato offerte davvero convenienti per i musical più famosi (tipo Mamma Mia! l’anno scorso). Si chiama last minute ma potete prenotare anche con anticipo, io di solito prenoto un mese prima.

4. Pianificate bene l’itinerario se intendete spostarvi.
Se volete spostarvi e avete bisogno di un itinerario gli strumenti sono 3:
Google Maps (che vi da le distanze e vi fa vedere quali città sono ben collegate e quali no),
i blog (ci sono molti post dedicati proprio agli itinerari),
la vecchia e cara Lonely (sia perché ha gli itinerari consigliati, sia perché segnala le città più belle da collegare nel vostro itinerario).

Dove mangiare

1. Chiedere ai passanti o a Tripadvisor.
Io se non conosco il posto o chiedo ai passanti oppure mi affido all’app di Tripadvisor che è molto comoda perché vi segnala i ristoranti più vicini a voi e vi dà anche le fasce di prezzo (i passanti invece no, però in quanto a qualità di solito ci prendono).

2. Usare le app per le offerte.
Informatevi se esistono portali che aggregano le offerte dei ristoranti nel paese di destinazione del vostro viaggio.
Ad esempio in Francia esiste LaFourchette che ha ottime offerte, io l’ho provato e funziona molto bene.
In Italia ne esistono diversi, io conosco EasyDinner che funziona bene.

Itinerario di dieci giorni in Nepal

Finito! Ecco la guida minima per l’organizzazione online di un viaggio low cost.
Spero che possa servire ai meno pratici.
Se avete bisogno di informazioni un po’ più dettagliate scrivetemi pure (commento, mail, Twitter, piccione viaggiatore…).

Se vi basta questo post invece buon viaggio!

33 thoughts on “Organizzare un viaggio online: l’ABC del low cost

  1. Come al solito sei favolosa! Adoro questo blog…

    Io per quanto riguarda le guide mi trovo molto bene anche con la Routard…è vero, è in bianco e nero e meno efficace della Lonely…però la trovo molto “calda” e personale! 🙂

    Per cercare un alloggio in appartamento a me hanno sempre consigliato anche il sito: https://www.airbnb.it/

    Un bacio!

      • Ops…scusami! Perdo colpi 🙂 L’ho utilizzato per organizzare il mio ultimo viaggio a New York ma alla fine abbiamo optato per l’hotel…comunque molti viaggiatori me lo consigliano e si sono trovati bene. Ho anche degli amici che viaggiono e ospitano viaggiatori con il couchsurfing ma io non ne ho mai avuto il coraggio! 🙂

  2. Sono capitata qui da Instagram: riassunto perfetto in cui mi ritrovo al 100% soprattutto per quanto riguarda la parte delle Lonely, mai organizzare un viaggio senza!
    Complimenti!

  3. quoto al mille per mille lonely planet. non c’è storia. a meno che uno non voglia leggere in chiave romantica i piatti tipici dei paesi di area francofona, nel qual caso vale affidarsi alla routard e a un navigatore per capire come sfogliare le pagine della medesima ;), per tutto il resto assolutamente lonely planet.

    su airbnb invece ho qualche riserva. dopo ripetuti confronti, preferisco di gran lunga homelidays.com, dove – al momento, non saprei dire la tendenza futura – si trovano più offerte, informazioni più complete, offerte più variegate nella tipologia, a prezzi più convenienti, con più recensioni da parte dei viaggiatori. soprattutto, non so se sia stata sfortuita coincidenza ma, se con homelidays c’è un tasso di risposta prossimo al 100%, con airbnb due volte su tre non ho avuto risposte.
    ah, dimenticavo: nemmeno io ho la percentuale da homelidays 😛

  4. Prima di tutto ti dico: BRAVAAAAAA!!!
    Anch’io e mia moglie siamo dei girandoloni since 1975. Abbiamo sempre organizzato i nostri viaggi da soli. Tutti gli amici , parenti, vicini e conoscenti si rivolgono a noi per tirarsi fuori dall’impaccio. Ora, ho copiato il tuo vademecum e lo girerò a tutti i suindicati.
    GRAZIE!!!

  5. Questo sì che è un post di servizio! E lasciami dire che è anche fatto molto bene. 😉
    Si vede e si “sente” che hai accumulato moltissima esperienza in materia di viaggi low cost (deve essere stato divertente!): credo proprio che saresti un’ottima – e preziossissima – compagna di viaggio.

  6. Grazie per le utili informazioni! 🙂
    Fa sempre comodo saperne di più!
    Visiterò il forum ..sicuramente mi darà qualche spunto interessante!

  7. Di solito, per quanto riguarda il mangiare, tranne rari casi, mi piace affidarmi al… sesto senso, come in questi giorni a Berlino, facendo un giro di ricognizione nella zona in cui mi trovo in quel momento. Certo, un locale vuoto e non esteticamente gradevole, non è un buon biglietto da visita.

  8. Che ne dite di http://www.selfitour.com ????
    In una sola pagina offre tutto quanto detto finora (e molto di più: tra le varie cose calcola anche quanto spenderai!), e permette di pianificare il proprio viaggio, tenendo nota di tutte le info raccattate nei vari siti.
    L’ho ideato qualche tempo fa per un utilizzo personale (viaggio, viaggio molto) , poi ho scoperto che poteva essere utile ad altri e… ora è pubblico! Fatemi sapere che ne pensate e se avete suggerimenti (qualcosa ho già trovato tra i vostri commenti..!)

  9. ciao, ho visto il tuo servizio ieri pomeriggio, e vorrei chiederti un consiglio….se possibile. Mi piacerebbe andare nello Sri Lanka a dicembre, che dici ?

  10. Ciao! È la prima volta che ti leggo e sono arrivata qui perché (è abbastanza scontato) stavo pensando di intraprendere un viaggio (il mio primo vero viaggio, esclusi i viaggi di istruzione scolastici!) da sola con il mio fidanzato. Abbiamo rispettivamente 19 e 20 anni e disponibilità economiche piuttosto limitate, più per scelta che per necessità, per fortuna. Quindi, sull’onda del risparmio e dell’avventura, stavo indagando sulle vacanze “fai da te” e vorrei chiederti consiglio: ci sono dei paesi che consiglieresti come prima esperienza di viaggio? Personalmente sono molto attratta dai paesi scandinavi, ma i prezzi sono un po’ proibitivi per il costo elevato della vita. Preferirei comunque rimanere in zona Europa. Hai qualche indicazione fondamentale per due viaggiatori alle prime armi, a parte ovviamente gli occhi sempre aperti?
    Grazie!

    Vale.

    • Per spendere poco ti consiglio o Spagna&Portogallo (trovi un itinerario sul blog) o Turchia, oppure Marocco (non Europa ma vicino comunque – anche del Marocco trovi un itinerario sul blog). Se hai bisogno sono qui! Puoi anche scrivermi una mail 🙂

Rispondi