Itinerario a piedi a Londra: Little Venice, Camden Town e Hampstead

[secondo post pratico per scoprire Londra a piedi, per arrivare in albergo la sera distrutti ma felici]

Questa serie di post nasce dal mio ultimo viaggio a Londra. Dopo esserci stata dieci volte, questa volta ho fatto un po’ da guida per chi Londra non l’aveva mai vista.
E ho riscoperto tantissimi angolini che mi ero dimenticata, che avevo visto tanti anni fa con gli occhi di una ragazzina in gita. Angolini veramente belli, che voglio condividere con voi.

Qui trovate gli altri post:
Giorno 1 – il Tamigi e la Londra più classica
Giorno 3 – Itinerario a piedi a Londra: Notting Hill e Shoreditch

E oggi vi porto nel nord di Londra, su su fino ad Hampstead.

Giorno 2 – Little Venice, Camden Town e Hampstead

Questo giro si fa in una giornata, prendendosi tutto il tempo per girare Camden Town il lungo e in largo.
Si parte dal marker verdino in basso a sinistra, quello con la freccina, stazione dell’underground Warwick Avenue, sulla Bakerloo Line.
[clic per ingrandire]

itinerario a piedi a Londra, giorno 2 - little venice, regent park, primrose hill, camden town, hampstead heath

A – Little Venice
Questo è un angolino di Londra abbastanza insolito, che pochi conoscono. Si trova nell’incrocio tra il Regent’s Canal e il Gran Union Canal: è una Londra calma, affacciata sui canali, con casine galleggianti e fronde che ombreggiano le rive. Somiglia un po’ ad Amsterdam, un po’ a Bruges, un po’ a tutte quelle città che si specchiano sull’acqua raccogliendosi attorno ai canali. Da qui è molto bello continuare la passeggiata lungo il Regent’s Canal verso il parco, per osservare come può scorrere lenta e silenziosa la vita perfino a Londra.

B – Regent’s Park e Queen Mary’s Gardens
Entrando nel parco si nota subito l’esplosione di verde e i mille puntini colorati: fiori dappertutto! Regent’s Park è curato e pettinato, somiglia ad una vecchia zia nel giorno del matrimonio dei nipoti: solare e agghindata, sempre leggermente oltre il necessario.
I giardini di questo parco sono curati nel minimo dettaglio. Siepi, fontane, anfore, fiori di ogni colore e varietà. I Queen Mary’s Gardens, all’interno del parco, sono l’apoteosi del giardinaggio. Passeggiare in questo parco è appagante: è come se tutto fosse colorato e in ordine per noi, per regalarci un po’ di quiete e di bellezza.

C – Primerose Hill
Non ci ero mai stata, non sapevo nemmeno dell’esistenza di questa splendida collina nel mezzo di Londra. Mi ci ha portato un’amica che ormai è diventata londinese.
Salendo su questa collina, nei giorni senza foschia, potete vedere tutta Londra.
È veramente un posto splendido.

D – Camden Town, Lock & Market
Da Primerose Hill si scende e si attraversa un quartiere bellissimo, con villette inglesi e il nostro vecchio amico Regent’s Canal, fino ad arrivare a Camden.
Lontano dalla Londra educata del tè delle cinque, Camden è il quartiere più vivo e poliedrico della città.
Camden è tutto il meglio di Londra: dai pub, al Lock, ai mercatini, ai punk che esagerano sempre, ai cibi da ogni angolo del mondo.
Il mio posto preferito a Camden è il cortile interno del Camden Market, dove ci sono tantissimi banchetti che preparano da mangiare tutti i cibi del mondo: i falafel di fianco alla piadina, il tè con gli scones di fianco agli hot dog. Scegliete quello che più vi ispira e sedetevi nei tavolini proprio dietro al Lock, sul canale. E mentalmente canticchiate questa canzone.
A Camden perdeteci tempo.

E – Hampstead
Da Camden potete raggiungere Hampstead a piedi (sono circa tre quarti d’ora, perché è anche un po’ in salita), oppure prendere il bus: il 168 oppure il 24, entrambi in direzione Hampstead Heath, che è anche il capolinea. Hampstead è un quartiere residenziale veramente carino, è abbastanza fuori da Londra per essere vivibile e abbastanza vicino al centro per essere strategico. Sembra un paesino delle campagne inglesi, e invece è a meno di mezz’ora dalla City.

F – Hampstead Heath
Salendo ancora più su si arriva ad Hampstead Heath, un parco enorme e selvaggio, con alberi alla rinfusa in cui si respira la natura, molto lontano dai classici parchi curati di Londra. Un parco vivo. Salendo sempre più su si arriva in cima ad una collina da cui si può vedere, in lontananza, tutta Londra.

Itinerario numero 2 concluso [qui potete trovare il numero 1], potete tornare verso il centro con la metro (Northern Line, fermata Hampstead) oppure con uno dei bus che vi dicevo prima in direzione contraria.

15 thoughts on “Itinerario a piedi a Londra: Little Venice, Camden Town e Hampstead

  1. Bello questo itinerario! La prossima settimana sono là, quindi magari lo sperimento subito, chissà !!!
    Quello di Little Venice è uno dei (tanti) giri che mi mancano, magari ci aggiungerò anche Primerose Hill già che ci sono. Mi sapresti dire quanto ci si mette all’incirca da Little Venice fino a Camden?

    • Ci vuole circa un’oretta a piedi, volendo ci sono anche delle barchette che ti ci portano sul Regent’s Canal, ma non le ho mai provate!

  2. Questo giro fa quasi venire voglia di tornare a Londra.
    Quasi, eh, che io Londra proprio zero. è stato anche il primo viaggio col fiancé ma nemmeno la manina e il Natale me l’hanno migliorata!

    • Londra proprio zero? Non l’avrei detto, ma il mio è amore di quello che non si è oggettivi 🙂

  3. Londra rimane nel cuore e Camden Town è un esplosione di colori, di profumi, di gente e di bella gioventù 😀

  4. Sono stata a Londra 7 volte. Che ci volete fare è una mania. Sono tornata ieri ed ho portato con me mia figlia ed una mia amica, anche lei con la figlia. Devo dire che leggendo questo meraviglioso blog mi è venuta voglia di fare qualcosa di diverso e di andare in un posto dove non ero mai stata. Beh devo dire che arrivare a Camden in battello da Little Venice (direi Little Amsterdam), mi ha lasciata di stucco. Il posto molto carino, si presta bene per le fotto, il battellino una chicca, unico neo la lentezza dell’imbarcazione. Un sonnooooo

  5. Prenderò spunto per il prossimo viaggio a Londra (che sarà davvero a breve), un itinerario davvero bello!! 😀
    C’è un giorno in particolare per vedere il Camden Market o qualsiasi giorno va bene (intendo per quanto riguarda chiusure e cose simili) ?

    • Ciao Stefania! Scusa il ritardo ma tra matrimonio e viaggio di nozze sono rientrata a regime solo ora, spero di essere ancora in tempo! Io per Camden eviterei la domenica che c’è molta confusione. Anche il sabato abbastanza. Meglio un giorno durante la settimana. Buon viaggio!

Rispondi