10 cose che ho scoperto in Marocco: tra magia nera, sesso e cicogne.

1. In Marocco non si possono avere rapporti sessuali fino al matrimonio. Secondo la legge dello Stato, non solo per il Corano. Se due persone hanno rapporti prima del matrimonio rischiano da 4 a 8 mesi di prigione. Nel caso uno dei due sia sposato si sommano altri mesi per il reato di adulterio. Uno dei documenti che portano sempre con sè (come per noi la carta d’identità e la patente) è l’atto di matrimonio. In albergo non si può prenotare una camera matrimoniale senza esibire l’atto di matrimonio. Questo se almeno uno dei due è marocchino, ai turisti non fanno storie. Il matrimonio consiste in un semplice accordo tra gli sposi, senza grandi cerimonie come da noi. Il divorzio è previsto anche dal Corano.

2. In Marocco non ci si può sposare prima dei 18 anni. Questo significa che non si possono avere rapporti prima dei 18, altrimenti galera. Per fortuna in Italia non è così, se no altro che sovraffollamento delle carceri!

3. Su ogni casina, anche di fango, c’è una parabola. In un villaggio berbero sperduto tra i monti ne ho contate trenta. Credo che sia una cosa positiva, anche se mi fa molto pensare. Per loro è un modo di viaggiare, conoscere, imparare. Rimane il fatto che è difficile vedere la tv come priorità quando si fa fatica ad avere tutto il resto.


4. Alle donne è proibito andare ai funerali. Possono andare al cimitero solo dopo la cerimonia. Una madre non può andare al funerale dei propri figli, una moglie del proprio marito, una figlia dei propri genitori. Una donna non può andare al funerale di un’amica, mentre tutti gli uomini, anche sconosciuti, sì. 

5. Una kasbah è sostanzialmente un gigantesco castello di sabbia.


6. In ogni villaggio c’è una perfetta moschea in mattoni, tra le case in fango. Questa cosa mi ha lasciato di stucco. Ai bordi del deserto ci sono villaggi veramente poveri, lontani centinaia di chilometri dalle grandi città, formati da casine fatte di fango e paglia. Tante casine sparse sulla terra arida a perdita d’occhio, e là, nel mezzo, la moschea, perfetta, colorata, in muratura, splendida. Io l’ho trovato un paradosso, la nostra guida ci ha spiegato che una delle cose più prestigiose e ‘sante’ che può fare un musulmano in vita è proprio costruire una moschea. Per questo ci sono persone che risparmiano una vita proprio realizzare questo sogno.

7. Su ogni minareto c’è un nido di cicogna. E se si è abbastanza fortunati, stando per un po’ con il naso in su, la si può vedere tornare al nido in volo.


8. Lo zafferano è il 16° materiale più costoso al mondo. Lo dice anche Business Insider in questo articolo. Per farne 1 chilo servono centoventimila fiori. È vero che per cucinare ne serve proprio una puntina, però non credevo che il pistillo di un fiore potesse valere tanto. In Marocco lo utilizzano anche come colore naturale per dipingere.

9. Gli arabeschi si chiamano così perché nascono dalla calligrafia araba. Effettivamente non doveva essere troppo difficile arrivarci da soli, era una cosa abbastanza immediata.. Però io non ci avevo mai pensato, e quando me l’hanno detto ho sentito un pezzettino in più del puzzle che tornava al suo posto. Gli arabi usavano decorare i palazzi più prestigiosi con versetti del corano scritti con particolare cura, era considerata una vera e propria arte. Da qui gli ‘arabeschi’, decorazioni arzigogolate e orientali, il perfetto incontro tra geometria e letteratura.

 
10. In Marocco, soprattutto nei villaggi, è molto praticata la magia nera. E quasi tutti ci credono. Nei mercati ci sono bancarelle ricoperte di animali secchi: ingredienti per gli incantesimi. Scrivere nella pancia di una tartaruga viva e liberarla in casa dell’ex fidanzato. Bruciare un’iguana secca per mandare via il malocchio. Ai marocchini non piace parlare di magia nera, è un po’ come l’equivalente dei satanisti in Italia. Ogni villaggio ha anche un esperto di magia bianca che si occupa di proteggere gli abitanti e allontanare il malocchio. 

(Si può mettere la 11? C’era un’altra cosa importante importante!)
11. Le arance con la cannella sono il paradiso. :)

***

Altri post sul Marocco:

In Marocco si impara la generosità
Marrakech, il quartiere artigiano
Il deserto svuota la testa

11 thoughts on “10 cose che ho scoperto in Marocco: tra magia nera, sesso e cicogne.

  1. ho sposato un uomo arabo io sono italiana mi è stata fatta una magia per ottenere da parte loro della famiglia tutto quello che possedevo e annullare le mie facoltà ,quando mi sono resa conto ho fatto un percorso con un imam arabo e fatto esorcismo per ritrovare mè stessa allontanarmi da mio marito e ricominciare a vivere gli auguro tanta luce , potrebbe ritornargli indietro vedremo le conseguenze

      • non sei puù coscente e presemte nella tua vita ,ti succedono cose ed entri in una spirale pazzesca io ho avuto la fortuna di incontrare persone che si sono resi conto di ciò che mi accadeva e ho intrapreso un percorso di ritorno alla vita coscente c sono anni di lavoro interiore ora attendo la giustizia che mi renda ciò che questa famiglia mi ha sottratto..

    • aiutami perfavore anche io mi trovo nelle stesse condizioni non riesco a divorziare per via delle sue magie ….dammi un aiuto a ritrovare la mia liberta perfavore ….ne ho abbastanza di questo marocchino .sto soffrendo tanto senioritabarby@hotmail.com

      • Ciao dalla mia esperienza ho agito con buoni avvocati un percorso spirituale non mollato mai se avete bisogno io sono a disposizione con dettagli.

  2. Ciao, purtroppo non ho capito bene quale sia lo scopo del scrivere sulla pancia di un tartaruga viva =| cioè si fa con lo scopo di mandare sventura all’ex fidanzato o è un altro il motivo?

  3. Ciao, ho un paio di notazioni su questo articolo. ti prego non la prendere come una critica ma come una correzione di alcune informazioni che la guida ti ha detto:
    1)In Marocco non ci si può sposare prima dei 18 anni: notizia parzialmente vera in quanto è possibile richiedere il permesso al giudice che valuta caso per caso.
    2) Alle donne è proibito andare ai funerali: non solo in Marocco in tutti gli stai musulmani.
    3)Su ogni casina, anche di fango, c’è una parabola, Per loro è un modo di viaggiare, conoscere, imparare: no ti sbagli, abbiamo così tanti parabole perchè ci sono altri 22 stati arabi che trasmittono in lingua araba. fai finta che ogni stato ha almeno 10 canali e facendo qualche calcolo ti renderei conto del perchè.
    4) Il matrimonio consiste in un semplice accordo tra gli sposi, senza grandi cerimonie come da noi: Ti sbagli. il matrimonio deve essere certificato da un notaio e da almeno 4 testimoni, è come dire il matrimonio nel comune qua in Italia. Poi c’è la parte del matrimonio vero e proprio dove il matrimonio marocchino è tra o più famosi al mondo. basta che scrivi mariage marocain su google per farti un idea di come è fatto.
    5) In Marocco, soprattutto nei villaggi, è molto praticata la magia nera. E quasi tutti ci credono: non è vero che tutti ci credono, ci credono in tutti quei posti lontani dalle città, in tutti in quei posti dove il livello di istruzione è basso. ho letto dei commenti che dicono che sono stati colpiti dalla magia nera. vi posso assicurare che vi state sbagliando per il semplice motivo che la magia nera viene applicata chiedendo aiuto al diavolo, quest’ultimo per l’islam è il “nemico” dell’uomo e poi di dio. E quindi viene usata sopratutto contro mussulmani perchè il diavolo fa di tutto per farci uscire dalla nostra religione, mentre contro di voi non funzione per il semplice fatto che non siete mussulmani.

Rispondi